A Palo Alto tutte le nuove case dovranno essere “EV ready”

2
591
photo credit: jurvetson via photopin cc
photo credit: jurvetson via photopin cc

Chi costruirà un edificio per abitarvi a Palo Alto (California) dovrà predisporlo per la ricarica delle auto elettriche. Il consiglio della città ha infatti deliberato all’unanimità che d’ora in poi ogni nuova abitazione dovrà già essere cablata in modo da rendere l’adozione di un EV questione assai più semplice.

La città, cuore della Silicon Valley e quindi abituata ad ospitare le avanguardie della tecnologia, vuole far crescere l’adozione della mobilità elettrica per mantenere una qualità di vita alta: predisporre le case per la ricarica a 240V dei veicoli elettrici significa un ricarico sul costo di costruzione esiguo, molto meno di quanto non comporti adeguare un impianto vecchio ($200 ad abitazione, circa 4 volte meno che installare un caricatore in un edificio esistente).

Dopo essere stata una delle prime comunità a promuovere la ricarica per auto elettriche, adesso Palo Alto capisce di dover intervenire a sostegno della crescente domanda di questo mercato: l’infrastruttura è necessaria a far sì che la gente possa sentirsi sicura di aver fatto la scelta giusta.

Il governo della città vuole anche trovare degli incentivi per favorire lo sviluppo dei network di ricarica tra comunità vicine, in modo da non rischiare di far arrestare l’adozione dell’auto elettrica sul lungo termine. Palo Alto vuole mantenere il passo con la crescita del mercato elettrico ma vuole anche evitare che l’elezione di pochi paradisi per veicoli elettrici ne facciano una scelta di nicchia, impedendone di fatto un’adozione di massa.

La proposta di introdurre la predisposizione per la ricarica degli EV un requisito minimo nell’edilizia è stata sponsorizzata dal vice sindaco della città, colpito dalla facilità di installazione di una colonnina di ricarica che un concittadino ha spontaneamente deciso di mettere al servizio dei vicini. A tal proposito, il City Council intende anche rivedere il costo dei permessi di installazione per favorire iniziative private di questo tipo.

Senza dubbio l’esperienza di Palo Alto costituirà un precedente che potrebbe innescare conseguenze positive anche in altre realtà del Paese americano: speriamo che non solo oltre oceano si intuisca l’importanza di investire sull’elettrico, sia per i privati che per le comunità interessate.

 

 

Andrea Lombardo

Fonte: San Jose Mercury News

2 COMMENTS

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here