Atala 2015. Elettro-pedalate per tutte le tasche

1
896

Foto 1Atala presenta alla fiera Expobici di Padova, dal 20 al 22 settembre 2014, tutta la gamma di biciclette a pedalata assistita rinnovata e arricchita in modelli, tecnologia, componenti e grafiche.

Al centro dell’attenzione si posiziona sempre più il sistema elettrico Bosch: 3 MTB, 2 ibride, 3 trekking uomo e donna ed una inedita city con telaio ad accesso facilitato.

Presente anche il nuovo sistema elettrico Shimano STEPS, montato su due modelli, più orientato al comfort e all’elevata autonomia di esercizio, rispetto al sistema elettrico Bosch.

Non può mancare la gamma classica di biciclette a pedalata assistita con motore al mozzo ruota di cui si evidenziano una serie di novità.

A 36 V:

  • Cambio al vertice, dove la E-Space sostituisce la E-Scape S. Batteria più piccola del 20% (8 Ah contro i 10 Ah della precedente), ma autonomia invariata grazie ad un’efficienza più elevata data da motore e centralina ottimizzati.
  • Nuova batteria anche per la E-Mission (ora E-Mission S), che guadagna la forcella ammortizzata e un nuovo portapacchi più leggero e filante.
  • Anche la E-Go, modello “best sell” del 2014 si rinnova nei colori e nella grafica e si arricchisce di un modello con forcella ammortizzata bloccabile.

A 24 V:

  • Gamma completamente rinnovata con l’uscita della EcoStreet e della EcoWay e l’ingresso della E-Light e della E-Way.
  • La E-Light adotta la concezione della batteria sotto al portapacchi per una maggiore maneggevolezza e agilità data dal carro posteriore più corto e del tutto identico ad una bicicletta tradizionale.
  • La E-Way invece è il nuovo modello entry-level della gamma Atala, con telaio in acciaio, che mantiene tutta la componentistica elettrica (motore brushless Bafang, batteria agli ioni di litio, ecc) della EcoWay, per garantire prestazioni ed affidabilità ai massimi livelli.

Novità anche per quanto riguarda la bicicletta pieghevole che oggi si rinnova con un telaio che integra batteria (36 V – 6 Ah) e centralina di controllo motore, completamente nascoste alla vista. Invariata la praticità di utilizzo, in quanto la batteria rimane estraibile e ricaricabile anche a bordo della bici: parliamo della E-Zip.

Che dire, ad ognuno la sua!

1 COMMENT

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here