Auto elettrica vs benzina: ecco quanto conviene, Paese per Paese

3
2302
Auto elettrica vs benzina - photo credit: WSDOT via photopin cc
Credit: shrinkthatfootprint.com
Credit: shrinkthatfootprint.com

Quanto si risparmierebbe se invece che guidare un’auto a benzina se ne utilizzasse una elettrica? Perché alcune nazioni stanno vivendo un boom di popolarità dei veicoli a zero emissioni ed altre quasi non si sono accorte che esistano (Italia compresa)?

Al gruppo di ricerca statunitense Shrink That Footprint, di chiaro orientamento ambientalista, è venuto in mente di pubblicare una serie di grafici che mostrano chiaramente la forbice esistente fra i costi della guida in elettrico e quella tradizionale.

Prendendo ad esempio una serie di Paesi campione (Arabia Saudita, Egitto, Messico, Australia, Stati Uniti d’America, Germania, Canada, Cina, Regno Unito, Francia, Turchia e Norvegia), la valutazione ha preso come punto di riferimento una distanza fissata a 10,000 miglia, circa 16,000 km, che rappresentano una media fra quanto percorrono Europei e Statunitensi in un anno.

Altri termini fissi sono poi stati i costi medi dell’energia elettrica e della benzina in ognuno dei Paesi citati nell’arco del 2012 ed i dati di consumo al km dei veicoli scelti per il paragone certificati dall’EPA, l’Environmental Protection Agency degli USA.

Non c’è l’Italia, è vero, ma Germania, Francia, Regno Unito e Norvegia possono aiutarci a capire come sia assestato il terreno su cui marcia la mobilità elettrica europea.

 

Elettrico contro ibrido: Nissan Leaf vs Toyota Prius

Una sfida fra più vendute, oltre che fra giapponesi: tra le compatte elettriche di segmento C Nissan Leaf domina a livello mondiale e la famiglia Prius di Toyota è quella che ha fatto scoprire la tecnologia ibrida elettrica-benzina al mondo. Cosa succede mettendole a confronto?

Credit: shrinkthatfootprint.com
Credit: shrinkthatfootprint.com

Ebbene, Shrink That Fotprint ha calcolato che in ognuno dei dodici Paesi presi a campione costano di più 16mila chilometri con l’ibrida Toyota (auto da 21.26 km/litro) che con la connazionale elettrica. Attenzione, però: dai divari massimi registrati in Norvegia e Turchia, si scende sino ad una quasi parità in Arabia Saudita.

Il perché è semplice e sarà elemento cardine di tutti i risultati dell’indagine: ciò che agisce sulla differenza di costo al km tra elettrico e benzina è il costo delle due forme di energia.

Estremamente economica è la benzina in Arabia Saudita, dove appena 4 dollari pendono a favore della Nissan Leaf 100% elettrica, mentre in Norvegia gli stessi 16,000 km costano 2,000 dollari con l’ibrida e circa 400 con la Leaf.

Un caso particolare è la Germania, dove il prezzo della benzina è grosso modo allineato a quello britannico e francese (la Prius

Credit: shrinkthatfootprint.com
Credit: shrinkthatfootprint.com

paga quindi più di 1,500 dollari per coprire la distanza prescelta) ma l’elettricità è decisamente più cara, portando la Leaf a spendere $980 contro i 500 dollari francesi.

Risulta così che il risparmio portato dall’auto elettrica nel confronto della già parca ibrida, vede i picchi massimi in Scandinavia e Turchia (con 1,544 e 1,360 dollari risparmiati sulla stessa distanza), una media europea che oscilla fra 626 dollari tedeschi e $1,084 francesi ed una convenienza pressoché nulla nella patria dell’oro nero, l’Arabia Saudita.

 

Elettrico contro benzina: la convenienza decolla

Ecco invece cosa succede ripetendo il confronto tra la Nissan Leaf 100% elettrica e la berlina più popolare negli Stati Uniti (qui, che la fonte della ricerca sia americana si vede), ossia la Toyota Camry, auto da 11.9 km al litro che non è distribuita sul mercato europeo.

Credit: shrinkthatfootprint.com
Credit: shrinkthatfootprint.com

In questo caso, l’auto elettrica giapponese prende decisamente il largo: se gli Arabi possono risparmiare appena 100 dollari, i Tedeschi tengono in tasca ben $1,887, i Francesi $2,211 e gli Inglesi $2,260.

A schizzare nettamente oltre sono però ancora i Norvegesi, che fra la berlina a benzina e la compatta elettrica, vedono “danzare” ben 3,065 dollari: una più che ragionevole giustificazione per la crescita smodata del mercato automobilistico elettrico del Paese nordico, dove gli incentivi statali abbassano anche notevolmente il prezzo d’acquisto degli EV.

Un dato è interessante: generalmente, fra Nord America ed Europa, la convenienza maggiore (quasi doppia) ad usare l’auto elettrica non ce l’hanno gli Statunitensi, bensì gli Europei. Paradossalmente, sono però gli USA a veder vendere i veicoli a zero emissioni e non viceversa.

 

Il risparmio premia l’elettrico anche nel lusso: Tesla vs Mercedes

Credit: shrinkthatfootprint.com
Credit: shrinkthatfootprint.com

L’ultimo parallelo ha avuto per protagoniste la super berlina di lusso Tesla Model S (35 kWh/160 km) e la dirimpettaia Mercedes Classe S550 (8.8 km/litro): anche qui, si capiscono le ragioni dei Norvegesi nel preferire le zero emissioni.

Parlando di super car, gli Scandinavi risparmiano sui 16,000 km usati per il confronto addirittura 4,621 dollari, seguiti a ruota dai Turchi. Il trio europeo si attesta fra i 3,501 ed i 3,042 dollari e, per ragionare a compartimenti, il terzo scaglione vede Cina, Canada ed Australia fra i 2,200 ed i 2,400 dollari.

Ancora una volta, i meno favoriti sono Statunitensi (1,566 dollari) e Messicani ($1,333), mentre gli Arabi possono anche rimanere comprensibilmente indifferenti.

Sarebbe curioso vedere se altrettanto trascurabili sarebbero i vantaggi per gli Italiani, fra costo della benzina, accise e tassazioni sulle quattro ruote.

 

 

Andrea Lombardo

Fonte: ShrinkThatFootprint

3 COMMENTS

  1. In italia con un’automobile a gasolio si fanno circa 10km/€, con un’elettrica circa 25km/€ se si compra l’energia, non si spende nulla se si autoproduce l’energia con un impianto fotovoltaico.

  2. i paragoni proposti non stanno in piedi. Una nissan leaf e’ grande come una Ford Focus mentre la Toyota Camry e’ molto piu’ grande. Solo il prezzo e’ paragonabile.
    Lo stesso dicasi per Tesla S vs Mercedes 500 S, il prezzo e’ simile ma gli allestimenti non hanno nulla in comune (solo il prezzo).
    Per le auto piccole (Leaf) il motore elettrico ha un sovraprezzo di 10-15$ a parita’ di macchina/allestimento che cresce con Tesla S. Perche’ sia conveniente una elettrica servono forti incentivi; anche dopo 10 anni non e’ conveniente. Inoltre in caso di viaggi lunghi si e’ costretti a noleggiare macchine a combustione interna.

  3. Possessore di Model S da novembre 2013. Ricevuto 0 incentivi ma soddisfatto al 100% , viaggi lunghi ora con superchargers ( in nord italia ) fattibilissimi. La convenineza si ha in meno di 5 anni non 10. Entro pochi anni ci sarà la svolta e di sicuro respireremo tutti meglio.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here