Bad Bike presenta la prima fat bike elettrica e pieghevole (TEST+VIDEO)

6
3406

IMG_4093Autonomia: 55/70 km a secondo del livello di assistenza e del percorso

Tempo di ricarica: 4/5 ore per una ricarica completa

Prezzo € 1.698 al pubblico, IVA inclusa come modello testato con motore da 250 W

€ 2.130 al pubblico, IVA inclusa con motore e batteria da 500 W – 48V – display King. Meter SW LCD

La Fat Foldable di Bad Bike è la prima bici elettrica pieghevole al mondo con le ruote grasse. Una Fat Bike in miniatura dal carattere sportivo e, soprattutto, molto pratica.

Complice la crisi economica e la voglia sempre maggiore di muoversi in modo sano ed ecologico, negli ultimi anni la bicicletta è diventata uno stile di vita, un “cult” che fa moda e tendenza. Se poi il mezzo in questione è una e-bike e, per giunta una Fat Foldable, allora diciamo che ci potremmo anche trovare davanti a un fenomeno sociale molto singolare.

L’idea della bici pieghevole esprime il concetto di estrema praticità e duttilità, dal momento in cui si ripiega su se stessa con veloci e facili manovre. A questo punto, date le sue dimensioni contenute, non si tratta più di una bicicletta elettrica a pedalata assistita ma si trasforma, come per magia, in un bagaglio a mano trasportabile ovunque. Studiata nei minimi dettagli, la Fat Foldable è dotata – come tutti i modelli di Bad Bike attualmente in produzione – della certificazione CE. Inoltre, Fat Foldable, è equipaggiata con una componentistica di ottima qualità che, sicuramente, la distingue dalla massa dei mezzi circolanti sulle nostre strade.

 

In evidenza
La Fat Foldable di Bad Bike è la prima bicicletta elettrica a pedalata assistita dotata di cerchi e pneumatici tassellati a sezione larga 20×4.00”. I freni sono a disco idraulici, sia anteriori sia posteriori; il motore integrato nel mozzo della ruota posteriore 8 Fun SWX02 da 250 W; la batteria è a polimeri di litio 36 V 10 Ah. I livelli di assistenza sono tre e il display al manubrio che li attiva è dotato del dispositivo “soft start”, molto utile per le ripartenze da fermo in salita o sulle brevi ripide rampe di un garage. L’azienda garantisce inoltre sette anni di garanzia sul telaio, due anni di garanzia sulla batteria e sulle parti meccaniche, un anno di garanzia sulle parti elettriche.

IMG_4070

Alcuni cenni di storia delle folding bike

Chi pensa che le biciclette pieghevoli siano la trovata dell’ultimo momento, si sbaglia. La loro storia risale ai primi del “900” quando gli eserciti francesi e inglesi munirono i loro soldati (reparti di fanteria) con delle folding bike da 24 pollici (ovviamente muscolari e non elettriche) per spostarsi agilmente negli spazi ristretti delle trincee. Allo stesso modo nel corso della prima guerra mondiale anche l’esercito italiano armò, se così si può dire, i nostri bersaglieri che con delle piccole bici pieghevoli legate alla schiena si muovevano (con fucili anch’essi pieghevoli) in velocità lungo la linea del fronte. Stessa sorte è toccata alcuni anni dopo ai paracadutisti britannici durante lo sbarco in Normandia che con robuste biciclettine pieghevoli venivano paracadutati direttamente in prossimità delle postazioni nemiche.

 

Più e meno:

  • Ci è piaciuto:

La “pieghevole” di Bad Bike, dinamica azienda napoletana specializzata nella produzione e nel commercio di biciclette elettriche, è il mezzo più indicato per i turisti e per gli amanti dell’outdoor interessati ad una bici poco ingombrante. Molto pratica da utilizzare per gli spostamenti durante viaggi e vacanze, in particolare in barca, in camper e in macchina, si ripiega in una manciata di secondi e la si può tranquillamente caricare nel bagagliaio, sempre pronta ad accompagnarci per nuove piacevoli avventure.

  • Non ci ha convinto

In passato, testando un’altra folding bike elettrica, avevamo avuto qualche dubbio riguardo alla stabilità in regime di massima assistenza (e quindi di velocità e potenza). Va anche detto che, nel caso della Fat Foldable, le “ruotone” tassellate a larga sezione da 20” fanno la differenza e quindi il comportamento della bici sottoposta alla nostra prova pare decisamente più sicuro.

Comunque sia, il motore elettrico della Fat Foldable e l’agilità della struttura ciclistica del mezzo, conferiscono una notevole spinta che, a volte, va a discapito della tenuta su strada.

Se per un certo verso questa cosa può sembrare una nota positiva di contro, per un guidatore poco esperto, potrebbe essere un pericolo. Consigliamo, una volta avviata la pedalata assistita, di prestare molta attenzione al comportamento in sella modulando sempre l’assistenza del motore elettrico con estrema delicatezza, principalmente inserendo il livello di assistenza più potente.

Scheda Tecnica:

  • Telaio: in lega di alluminio
  • Cambio: Shimano Altus con comando al manubrio “Revo” a 7 velocità
  • Freni: ZOOM con disco idraulico, sia anteriore che posteriore
  • Forcella: rigida in acciaio – (opzionale in alluminio ammortizzata)
  • Guarnitura: corona dentata in acciaio
  • Catena: KMC in acciaio cromato di alta qualità
  • Ruota libera: Shimano a sette rapporti
  • Attacco manubrio: in alluminio
  • Piega manubrio: in alluminio
  • Sella: Bad Bike artigianale in pelle nera
  • Reggisella: Cannotto in alluminio con cuscinetti Neco da 25 mm in acciaio di alta qualità
  • Cerchi: in alluminio rinforzato, larghezza 40 mm
  • Pneumatici: a sezione larga, tassellati, 20×4.00”
  • Pedali: Welgo ripiegabili
  • Peso: 25 kg complessivi, batteria inclusa
  • Colori: nero matt-bianco perla-verde matt (come bici testata)-verde fluo
  • Peso trasportabile: massimo 115 kg

 

Principali dotazioni di serie:

  • Computer: display al manubrio con indicatore stato della batteria, attivazione e controllo dei tre livelli di assistenza, comando luci e “soft start”.
  • Cavalletto: laterale sinistro posteriore in alluminio

 

Optional: presenti sul modello testato ci sono i parafanghi, l’impianto luci LED anteriori e posteriori più il campanello (€ 98,00 al pubblico, IVA inclusa)

 

Caratteristiche:

  • Motore: Brushless di ultima generazione con cuscinetti, integrato nel mozzo della ruota posteriore – 8 Fun SWX02 da 250 W 36 V
  • Batteria: estraibile, ai polimeri di litio 36 V 10 Ah con caricabatteria in dotazione
  • Cicli di ricarica: 800
  • Livelli di assistenza: tre livelli di assistenza

 

 

6 COMMENTS

  1. gradirei aver notizie sui punti di vendita grazie –
    mi sembra un prodotto molto interessante per la città di Milano dove in centro molte strade sono lastricate, con pessima manutenzione e oltretutto molto scivolose specie se bagnate. Questa bici in carenza di interventi pubblici potrebbe risolvere in parte gli inconvenienti

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here