Batterie Nissan Leaf, autonomia a scelta sulle prossime versioni?

1
505
Nissan Leaf
Nissan Leaf - photo credit: Elbilforeningen via photopin cc
Nissan Leaf
Nissan Leaf – photo credit: Elbilforeningen via photopin cc

Una Nissan Leaf da 250 km di autonomia potrebbe non essere solo un miraggio: questo lasciano intravedere le parole pronunciate da un dirigente statunitense del Marchio all’appena conclusosi Los Angeles Auto Show.

Pierre Loing, vice presidente product ed advanced planning and strategy di Nissan ha esplicitamente riferito ad alcuni giornalisti che la Casa sta vagliando l’ipotesi di immettere sul mercato la Leaf con diverse opzioni per quanto riguarda il pacco batterie, in modo da andare incontro alle esigenze di un maggior numero di clienti.

Quanto detto da Loing sembra suggerire che Nissan abbia studiato attentamente il comportamento di uno dei suoi competitor, anche se non diretto date le differenti fasce di prezzo, cioè Tesla Motors, la cui formula di offrire tre taglie per il pacco batterie ha trovato il suo riscontro sul mercato.

Chiaramente batterie da 40, 60 o 85 kWh influiscono notevolmente sul prezzo della berlina elettrica americana ma proprio per questo consentono di rendere il modello accessibile a fette più ampie di clientela. Quello che probabilmente ha colpito di più Nissan è che fra tutte le scelte a disposizione la più praticata è anche la più cara: chi può spendere, infatti, acquista un’auto con più autonomia.

La Nissan Leaf non sarà una Tesla per design e comfort ma è pur sempre un’auto di alta qualità che veleggia tranquillamente nella fascia medio-alta del mercato per dotazioni e finiture: la possibilità di scegliere diverse autonomie potrebbe schiuderle maggiori prospettive sul mercato.

È impossibile non ricordare quindi i test svolti sulla Leaf con batteria da 48 kWh, doppia rispetto all’attuale unica scelta disponibile e in grado di portare l’autonomia dell’auto elettrica a 250 km scarsi.

Non si hanno certezze sulle tempistiche di questa evoluzione ma lo stesso Loing ha già, ovviamente, specificato che pacchi batterie più potenti equivarranno a prezzi e leasing più onerosi: tuttavia, la sola idea di scardinare il luogo comune per cui un’auto elettrica più di 130 km non può percorrere varrebbe già la scommessa.

È di pochi giorni fa anche la notizia che il prossimo anno l’attuale formula di produzione delle batterie agli ioni di litio montate sulla Leaf verrà sostituita da una nuova, climaticamente più performante.

 

 

Andrea Lombardo

Fonti: Plug-In Cars

 

1 COMMENT

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here