Batterie per auto elettriche: quanto costano veramente?

1
3219
La batteria di una Chevrolet Volt
La batteria di una Chevrolet Volt - photo credit: Argonne National Laboratory via photopin cc
La batteria di una Chevrolet Volt
La batteria di una Chevrolet Volt – photo credit: Argonne National Laboratory via photopin cc

Negli ultimi due anni le previsioni sul costo delle batterie per auto elettriche si sono fatte sempre più ottimistiche, predicendo un inesorabile calo dei costi sino alla soglia dei $200 al kWh (circa 147 euro/kWh).

Eppure, a qualcuno è sorto il dubbio che già adesso il costo di un pacco batterie non sia caro quanto in effetti si presenti al suo acquisto: la pietra nello stagno è stata scagliata dalle pagine di CleanTechnica con una raccolta di informazioni provenienti da lettori e collaboratori del sito.

Ebbene, diversi utenti americani in cerca di batterie di ricambio per la loro Chevrolet Volt, auto elettrica extended range che ha una batteria agli ioni di litio da 16 kWh, hanno notato che attraverso rivenditori fisici ed online (sito di General Motors compreso) il prezzo oscilla fra i minimi ultrasconotati di $1,900 e $2,306.

Certo, va tenuto conto che i prezzi più bassi sono ottenibili solo tramite acquisto on line e che, se non ho letto male, fanno riferimento al modello 2012 della vettura (pressoché invariato nelle caratteristiche tecniche rispetto a quello 2013) ma risulta comunque che al kWh queste batterie costano già ben meno di 200 dollari.

Nuove e senza restituzione dell’usato, vengono sui 144 dollari, con estremi al ribasso sui 131 dollari ed al rialzo sui 187 dollari.

Questo ha fatto ipotizzare a CleanTechnica che quindi il prezzo effettivo di acquisto alla fonte, quello cioè pagato da General Motors, sia ovviamente inferiore e addirittura stimabile intorno ai 100 dollari (73.59 euro) al kWh: la metà di quanto gli analisti di mercato vaticinano per il 2020!

Precisando che trovo un po’ semplicistica, con tutto il rispetto, la deduzione, se non altro perché non si contempla minimamente il fatto che su questi prezzi influiscano strategie di vendita legate per esempio alle giacenze, il dubbio che il mercato possa essere “drogato”, viene.

Le fonti, a detta del sito, sono attendibili o, per lo meno, non traspaiono errori macroscopici: il fatto più sorprendente è che, se davvero i costi per i produttori fossero già così bassi, verrebbero smentite praticamente tutte le previsioni fatte anche da organi istituzionali come il DOE, il Department Of Energy degli Stati Uniti.

Proprio uno dei suoi obiettivi è infatti quello di finanziare la ricerca e lo sviluppo di batterie che costino sempre meno per rendere praticabile su larga scala il passaggio all’auto elettrica, idea cara allo stesso Obama: solo che per un pacco batterie da 65 km di autonomia, adatto per un veicolo ibrido, il cui costo era mediamente di 12mila dollari (8,800 euro) nel 2008, il DOE nel Gennaio 2012 intendeva raggiungere i $3,600 (90 dollari/kWh) entro il 2015 ed i $1,500 (37.5 dollari/kWh) nel 2020.

McKinsey, sempre nel 2012, prevedeva invece la discesa verso i 200 dollari/kWh sempre nel 2020: General Motors sarebbe quindi in largo vantaggio su entrambe, se le congetture complottistiche fossero fondate.

Condivido quindi le curiosità di CleanTechnica, pur non avendo modo di investigarne le fonti in prima persona: il costo delle batterie agli ioni di litio è davvero già più basso delle soglie indicate per il 2020? Il DOE americano e gli analisti hanno preso una cantonata o le stime erano volutamente pessimistiche? Infine, i prezzi delle batterie sono gonfiati? Se sì, perché?

Naturalmente, penso che manchino troppi dati per tirare delle conclusioni e che il discorso andrebbe affrontato in modo ben più approfondito e complesso, considerando ad esempio certe resistenze naturali dell’industria automobilistica (si pensi a quanti producono motori che, con l’elettrico, perderebbero la loro posizione di leadership). Tuttavia, se qualcuno ha risposte o pareri, è ben accetto.

Nel rispetto delle opinioni di tutti, neanche a dirlo.

 

 

Andrea Lombardo

Fonte: CleanTechnica

 

1 COMMENT

  1. Buon giorno, sono interessato ad acquistare un auto elettrica ma nessuno dichiara quanto dura una batteria, perché sappiamo che dopo un certo numero di ricariche questa si degrada e occorre cambiarla. Quanti cicli di ricarica sopporta in media una batteria per auto elettrica?

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here