BMW i5, una berlina per rivoluzionare il concetto di ibrido plug-in

0
638
photo credit: BMW i8 via photopin (license)
photo credit: BMW i8 via photopin (license)
photo credit: BMW i8 via photopin (license)

È senz’altro BMW il nome dell’automobilismo tedesco che più di tutti sta spingendo sul versante della mobilità elettrica: se la citycar i3 100% elettrica e la sportiva i8 PHEV ne sono prova tangibile, in arrivo da Monaco ci sono forti novità nel campo della propulsione ibrida plug-in.

Le voci che parlavano nei mesi scorsi di una possibile berlina a nome i5 che andasse ad allungare la lista dei modelli a trazione elettrificata sembrano infatti avere una conferma in quanto mostrato dalla stessa Casa tedesca.

In prossimità del lancio del SUV X5 40e xDrive Plug-in Hybrid ha infatti scoperto quella che sarà la nuova generazione di motori ibridi con ricarica esterna in occasione dei Technology Days BMW, lasciando trapelare che la futura i5 monterà proprio uno di questi.

La novità sta nel fatto che, a differenza degli attuali propulsori che si basano sul motore endotermico utilizzando l’unità elettrica come boost o per autonomie decisamente limitate, la nuova generazione progettata da BMW utilizza prevalentemente la trazione solo elettrica.

Il motore termico interviene infatti solo per fornire la potenza necessaria a superare i 60 km/h, il che richiede un dimensionamento del sistema completamente diverso.

L’autonomia a zero emissioni passa dai circa 50 km attualmente contemplata in media al centinaio, con un pacco batterie sui 20 kWh, mentre il motore elettrico mostrato sulla BMW Serie 5 GT modificata per i Tech Days dispone di 200 KW di potenza.

Il sistema propulsivo, specie per i viaggi di una certa lunghezza, sfrutta una doppia unità di trazione alle ruote anteriori e posteriori che eroga 500 kW complessivi di potenza: secondo BMW le vetture che apparterranno alla seconda generazione del suo Power eDrive System saranno in grado di coprire i due terzi del ciclo combinato esclusivamente in elettrico.

Sempre che si chiami i5, la prossima sport sedan del Marchio bavarese promette dunque di invertire l’ottica sull’ibrido plug-in, portando quasi l’elettrico ad essere ibridato con l’endotermico.

Oltre ad aprire la strada a diversi modelli basati su questa architettura per le gamme BMW, questa tecnologia offrirà il modo di garantire alte prestazioni unitamente a consumi ed emissioni inquinanti moderate entro i limiti imposti dalle future normative.

 
Andrea Lombardo

Fonte: GreenCarReports

 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here