Bon-ton al volante: cresce il desiderio di una etiquette che tuteli gli spazi di ricarica per le auto elettriche

1
389
auto elettrica in ricarica

auto elettrica in ricaricaLa si potrebbe ribattezzare EV-iquette ed è l’equivalente della Netiquette per il web: al crescere della comunità degli ecomobilisti aumenta anche la richiesta di rispetto per alcuni diritti fondamentali, primo fra tutti la libertà di ricaricare il proprio veicolo quando se ne ha bisogno.

Il problema se lo sono posti per primi nel mondo anglosassone ed oltre oceano ma anche in Italia, col nascere dei primi network di ricarica urbani e dei relativi utenti, è questione attuale: non è ammissibile che l’inciviltà di alcuni (sicuramente pochi) violi i diritti di quella minoranza in via di sviluppo che sono gli ecomobilisti elettrici.

Nel nostro Paese i parcheggi con colonnina di ricarica sono esigui, meno ancora di quanti non siano quelli inglesi, francesi o statunitensi, e proprio perciò è ancora più seccante non poter fare rifornimento se l’unica “oasi” disponibile da miraggio si tramuta a beffa: pazienza se è occupata da un’altra auto in ricarica, d’altronde ce le si deve spartire, ma trovarla inagibile perché un’auto endotermica l’ha scambiata per parcheggio gratuito proprio no, non va giù.

Sul web, nazioni che hanno visto iniziare prima che da noi la diffusione di veicoli elettrici dispongono anche di mezzi di informazione più sviluppati a riguardo: è da AutoblogGreen (USA) che leggo di un primo elenco di regole sul fair-play automobilistico redatto per il giornale PlugInCars’ da Brad Berman.

Si tratta di 8 punti, semplici regole per una civile convivenza tra chi ha fatto la scelta di non emettere CO2 e risparmiare sul carburante accettando gli attuali limiti di autonomia dei veicoli elettrici e quanti, nel pieno diritto, proseguono a bordo di mezzi a combustione.

Ve li riporto integralmente (li ho tradotti in questo post) perché penso che il lavoro di Berman sia condivisibile: lo faccio anche perché spero che quella maggior parte di (corretti) guidatori endotermici si trovi d’accordo col desiderio degli altri di non essere ICE’d, neologismo americano coniato per descrivere la sensazione di trovare la colonnina di ricarica “impallata” da un’auto che non ne ha bisogno (ICE è un acronimo che sta per Internal Combustion Engine).

 

 

Andrea Lombardo

Fonti: AutoblogGreen, PlugInCars

 

1 COMMENT

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here