Canada, nuovi incentivi per la mobilità elettrica dalle tasse sulla benzina

0
479
Image Credit: bcgovphotos under CC 2.0
Image Credit: bcgovphotos under CC 2.0
Image Credit: bcgovphotos under CC 2.0

In Nord America uno dei mercati dell’auto elettrica cresciuti maggiormente nell’ultimo anno è quello canadese: la provincia della British Columbia ha annunciato adesso di voler reincentivare la crescita di questa forma di mobilità.

Dal primo Aprile scatterà così la seconda fase del cosiddetto Clean Energy Vehicle Incentive Program, fortemente voluta dalle associazioni pro mobilità pulita che si sono battute per la sua riadozione nei mesi scorsi.

Come nella prima tranche del programma, spirata nella scorsa primavera, la “Phase 2” prevede uno stanziamento di circa 10.6 milioni di dollari canadesi per aiutare gli utenti nell’acquisto di un veicolo elettrico: nel 2014 sono state comperate così 950 auto a zero emissioni, installate oltre 1,000 stazioni di ricarica e decurtata di 57mila tonnellate la CO2 direttamente emessa.

Così sarà possibile usufruire di 5mila dollari di incentivo per un’automobile a trazione 100% elettrica e di 6mila per l’acquisto di un mezzo a fuel cells ad idrogeno, con la possibilità, in entrambe i casi, di sommarvi l’incentivo statale di 3,250 dollari per la rottamazione di un veicolo con oltre 10 anni di anzianità.

L’aspetto interessante è che i fondi per spingere il mercato delle auto con la spina deriva una “carbon tax” applicata ai combustibili fossili: in pratica, il governo della British Columbia finanzia l’adozione degli Electric Vehicles con un’accisa sulla benzina.

Un esempio interessante, che fa il paio con la legge promulgata due anni fa che obbliga i nuovi benzinai e quanti ristrutturino una pompa di carburanti ad offrire anche la ricarica per i veicoli elettrici, nonché con la realizzazione di arterie autostradali predisposte per il rifornimento degli EV.

Per contro, proprio nella provincia della British Columbia, la città di Vancouver ha deciso di abbandonare la sperimentazione di autobus elettrici alimentati con fuel cells ad idrogeno per via dei suoi costi, ripiegando nuovamente sul diesel.

Le province canadesi oggi maggiormente floride per il mercato dei veicoli elettrici sono invece l’Ontario ed il Québec: la British Columbia ha subito una battuta d’arresto a seguito del termine della “phase 1” del programma di incentivi adesso in procinto di riprendere.

 

 

 

Andrea Lombardo

Fonte: BritishColumbiaGovernment

 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here