Cesena, colonnine di ricarica e auto elettriche per il Comune

0
764
Ricarica auto elettrica - photo credit: Dylan Passmore via photopin cc
Ricarica auto elettrica - photo credit: Dylan Passmore via photopin cc
Ricarica auto elettrica – photo credit: Dylan Passmore via photopin cc

Prosegue l’ampliamento della rete di ricarica per auto elettriche nel Comune di Cesena: all’interno dell’intesa fra Enel e Regione Emilia-Romagna anche il capoluogo della provincia condivisa con Forlì ha ricevuto 4 colonnine di ricarica.

La prima risale alla primavera scorsa, situata presso l’Ippodromo ed installata in concomitanza ai pannelli fotovoltaici sulle coperture del parcheggio, mentre le rimanenti tre sono state messe in opera in questi giorni.

Viale Mazzoni, viale Carducci ed il quartiere Ex Zuccherificio sono le locazioni individuate dal Comune cesenate per l’installazione dei tre nuovi punti di rifornimento per auto elettriche, cui ne seguirà un quarto (portando a 5 complessivamente le colonnine Enel nella città) presso il parcheggio d’interscambio Montefiore.

Per Cesena, che conta circa 97,000 abitanti, è un primo passo verso l’agevolazione di forme di mobilità sostenibili e a basso impatto ambientale: lo stesso Comune è intenzionato a dotarsi di un piccolo parco mezzi elettrico – probabilmente 5 o 6 veicoli – usufruendo di un finanziamento regionale pari a 100,000 euro, del tutto sufficienti a coprire l’acquisto dei mezzi.

Da valutarsi con attenzione è però l’iniziativa inquadrata nel contesto della Regione Emilia-Romagna, che dal 2011 sta portando avanti parallelamente il progetto della tessera integrata per i servizi di mobilità “Mi Muovo” ed una serie di accordi con Enel ed Hera per l’installazione (a carico dei gestori di energia) di reti di ricarica per veicoli elettrici nelle principali città della regione.

Allo stato attuale l’Emilia-Romagna ha, lungo l’asse che va da Parma a Rimini (passando per Reggio Emilia, Modena, Bologna, Imola, Forlì, Cesena stessa) ed includendo Ferrara e Ravenna, la più densa distribuzione di impianti di ricarica per EV della penisola italiana.

Il rifornimento è eseguibile sia tramite schede RFID Enel ed Hera che tramite la stessa carta Mi Muovo, nei piani della Regione pensata proprio come passe-par-tout per i trasporti pubblici e privati ecologici a 360 gradi.

 

 

Andrea Lombardo

Fonte: Comune di Cesena

 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here