Concept car Peugeot Fractal: la coupè elettrica urbana del Leone

0
517

peugeot_fractal_francoforte_2015_04Il Concept Peugeot Fractal, presentato in anteprima mondiale al Salone di Francoforte, è uno studio prospettico di un coupé elettrico urbano e del Peugeot i-Cocpkit.

Peugeot Fractal dispone di un’identità sonora esterna e interna sviluppata per la prima volta in collaborazione con un designer del suono, Amon Tobin. In città, il veicolo si muove in armonia con il suo ambiente.

Il quadro strumenti in posizione rialzata di Peugeot Fractal associa una lastra digitale a visualizzazione olografica ad alta definizione a una lamina in policarbonato inclinata a 45°. Il conducente può gestire la visualizzazione a suo piacimento. La lamina in policarbonato inclinata visualizza informazioni complementari con un effetto di profondità.

«Peugeot Fractal dispone anche di una firma sonora, che si può sentire sin dall’apertura delle porte. Guidare una coupé elettrica diventa così un’esperienza unica e ricca di sensazioni. I lanci contemporanei della gamma 8 e del Peugeot i-Cockpit hanno impresso al marchio una nuova dinamica. Il Peugeot i-Cockpit è un elemento identitario dei nostri veicoli. Trasforma la guida, più istintiva, e amplifica le sensazioni di guida» – ha dichiarato Maxime Picat, Direttore Generale Peugeot.

Lo StelLab, un organismo di ricerca del Gruppo PSA Peugeot Citroën, ha progettato un innovativo impianto acustico 9.1.2. che associa un gruppo 9.1 di alta qualità a subwoofer integrati nello schienale di ciascun sedile.

Laboratorio di idee, Fractal esplora nuovi procedimenti produttivi e di progettazione. I componenti ottenuti con stampa 3D rappresentano più dell’80% della superficie dell’abitacolo, progettata mediante l’approccio del design generativo, un processo che permette di ottenere il pezzo ideale.

I concept car di casa Peugeot sono importanti per diversi motivi, segnalati nell’intervista che Veicoli Elettrici ha fatto a Carlo Leoni, Responsabile delle Relazioni Esterne di Peugeot Automobili Italia.

«Ogni concept car che viene presentata da Peugeot permette ai designer di testare particolari linee, materiali e applicazioni. Peugeot Fractal è sicuramente uno studio stilistico della linea del futuro, rientra nella sportività con i suoi due motori elettrici ma è uno studio anche per quanto riguarda l’i-Cockpit che potrebbe essere quello di un domani. Questo concept è stato realizzato attraverso la stampa 3D per un totale dell’80%, quindi ha permesso lo studio di nuovi materiali e sicuramente apre uno sguardo sull’uso della stampante 3D non tanto nell’industrializzazione delle vetture, ma nelle future personalizzazioni delle diverse versioni».

Peugeot Fractal è stata equipaggiata con batteria agli ioni di litio da 40kWh alloggiate nel tunnel centrale della vettura, questi accumulatori alimentano i motori elettrici disposti sull’avantreno e sul retrotreno per una potenza totale di 150kW / 204 cv. L’autonomia nel ciclo misto raggiunge – secondo i dati ufficiali del costruttori – i 450km.

Questa catena di trazione permette di migliorare l’aerodinamica della vettura, grazie anche a piccole aperture praticate sul frontale del veicolo, perché si richiede un minor volume d’aria per alimentare e raffreddare la meccanica.

La distanza variabile dal suolo permette di adattare la vettura al tipo di terreno sul quale si circola. Con una regolazione a 7 cm dal suolo su strade a grande scorrimento, l’aerodinamica è migliorata a vantaggio dell’autonomia. In città la distanza dal suolo può raggiungere 11cm per superare facilmente i dossi e gli ingressi nei parcheggi.

Il concept è estremamente compatto, con dimensioni di solo 3,81m di lunghezza e 1,77m di larghezza, le ruote sono state poste all’estremità della vettura e gli sbalzi anteriori e posteriori sono di solo 0,52 cm; caratteristiche che la rendono ideale per la circolazione in città.

Le linee dinamiche di Fractal si allungano sulla carrozzeria senza presentare asperità. La Coupe Franche (taglio netto) rafforza questa vitalità alternando il colore bianco madreperlato intenso al nero opaco a livello dell’articolazione delle porte. Nella parte superiore, il tetto è amovibile per trasformare la coupé in una cabriolet.

Nella parte posteriore, una striscia luminosa che sovrasta il diffusore fornisce informazioni sulla ricarica della batteria a induzione, grazie a un’animazione tipo equalizer. Questa striscia, costituita da LED, svolge la funzione di luci posteriori quando Fractal è in movimento. Nel frontale, la firma luminosa nasce sotto la calandra e ricopre i proiettori. Accoglie anche gli indicatori di direzione a scorrimento.

La dinamica di guida

I 150kW / 204 cv sono ripartiti in base all’aderenza, per ottimizzare la motricità e il recupero di energia. Inoltre, per tenere conto dei trasferimenti di massa, i rapporti di riduzione dei motori elettrici sono diversi. Durante le accelerazioni da 0 a 100km/h, il motore elettrico posteriore è sollecitato e viene progressivamente sostituito dal motore elettrico anteriore al di là dei 100km/h.

Per un’estrema efficacia in città e per avere stabilità ad alta velocità, il servosterzo elettrico agisce sulle quattro ruote.

Molle pneumatiche, gestite in modo autonomo o comandate dal conducente, fanno variare la distanza dal suolo tra 7 e 11cm. Il valore più basso ottimizza l’aerodinamica su strada e prolunga l’autonomia di Fractal. In posizione alta, permette di avanzare facilmente in città superando i dossi e altri ingressi nei parcheggi.

Grazie al peso di soli 1000kg, Fractal accelera da 0 a 100 km/h in 6,8s in un ambiente sonoro nuovo e copre i 1000m con partenza da fermo in 28,8s.

Peugeot Fractal presenta una visione prospettica del Peugeot i-Cockpit per rendere la guida sempre più istintiva e sempre più una fonte di piacere. Dopo la vista e il tatto, l’udito è ora sollecitato in questo coupé elettrico urbano ispirato dal suono.

 

 

 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here