Dalla XL1 Volkswagen potrebbe lanciare sul mercato due nuovi modelli ibridi

1
399
Volkswagen XL1

Volkswagen XL1L’auto da un litro, la XL1, presentata da Volkswagen pochi mesi fa rappresenta una rivoluzione nel mondo dei consumi ma è troppo cara? Niente paura: da quello che apparentemente sembra essersi fermato all’esercizio di stile ingegneristico deriveranno probabilmente almeno due nuovi modelli a motorizzazione ibrida.

La notizia rimbalza di pagina in pagina tra diversi siti specializzati, fonte un’intervista rilasciata dal coordinatore dello sviluppo prodotto di Volkswagen Ulrich Hackenberg ad Automotive News Europe. Le parole del dirigente confermano le anticipazioni avute agli ultimi autosaloni, ossia che la priorità del gruppo automobilistico è lo sviluppo di modelli sempre più leggeri ed ecologici.

Due le basi principali: il gruppo motore ibrido elettrico-diesel dai minimi consumi messo a punto per la XL1 e la piattaforma universale studiata per serializzare il più possibile la catena di produzione delle auto del Gruppo Volkswagen.

Mentre la XL1 rimarrà probabilmente un’auto prodotta solo in “tiratura limitata” e dai prezzi ragguardevoli (già si sapeva visto il condensato di tecnologia e il processo di fabbricazione semi artigianale degno di una Porsche) dal suo powertrain deriveranno a quanto pare due dei nuovi modelli della Casa tedesca.

Hackenberg parla di una prima auto con motore benzina a 4 cilindri e trasmissione dual-clutch a 6 marce ibridata con un motore elettrico da 75 kW alimentato da una batteria da 8.8 kWh (che ricorda molto un’altra ibrida del Gruppo fin’ora attesa invano, l’Audi A3 e-Tron Plug-In Hybrid).

Ne è poi menzionata una seconda che dovrebbe avvicinarsi molto di più alle caratteristiche della XL1: il dirigente afferma che la realizzazione di questa vettura, immaginata come una 4 posti – mentre l’auto da un litro è una due posti – omologata con consumi molto simili alla progenitrice dipenderà essenzialmente da quanto il suo sviluppo riuscirà a contenere peso e resistenza aerodinamica.

Vi è poi una terza strada aperta, quella di una versione della Volkswagen UP! sempre basata sul motore della XL1: la UP!, già declinata sul nostro mercato nella versione Eco a GPL, è stata indicata anche come primo modello full-electric del Marchio tedesco per il 2014.

Naturalmente, trattandosi di dichiarazioni non ufficiali, vanno prese per quel che sono: che Volkswagen avesse intenzione di rivolgersi sempre più alla produzione di automobili pulite ricorrendo alla propulsione elettrica era nell’aria, bisogna poi vedere con quale tempistica ciò avverrà.

Intanto la presentazione del caso studio XL1 e l’unificazione modulare della base dei modelli è sono primi passi verso il contenimento dei costi generali di produzione in favore dello sviluppo di powertrain innovativi ed interscambiabili; quello che ci si aspetta è che la propulsione elettrica e tanto più quella ibrida siano finalmente associate ad auto dal costo contenuto ed accessibile alla gente comune: quella “massa” che può davvero fare la differenza in favore della mobilità sostenibile (e che non la disdegna, anzi).

 

 

Andrea Lombardo

Fonte: AutomotiveNewsEurope via GreenCarReports

 

1 COMMENT

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here