Danimarca: una rete di ricarica da guinness

1
365

 

Quando si dice “fare sul serio”: che gli scandinavi siano gente dai modi asciutti è risaputo e, tanto per non smentirsi, ecco che senza tanti fronzoli la Danimarca vedrà il suo territorio costellarsi di 50 stazioni di ricarica veloce in sole sei settimane.

Prendete la locale azienda leader per quel che riguarda la mobilità elettrica, CLEVER, unitela ad ABB, a sua volta peso massimo della categoria automazione e tecnologia, ed ecco che il gioco è fatto: a nemmeno da una settimana dalla scelta del fornitore da parte dei danesi le prime 6 stazioni sono in consegna ed installazione.

Se per tutti il mattino ha l’oro in bocca, per i nordici bianco crociati deve avere con sé l’elettricità: le 50 stazioni compariranno agli occhi dei fruitori con una media superiore di una al giorno per due mesi. La Danimarca, paese che conta cinque milioni e mezzo di abitanti concentrati nelle zone urbanizzate, implementa così una rete infrastrutturale nazionale di stazioni di ricarica veloci pre esistente realizzata e gestita proprio da CLEVER. La scelta è ricaduta su ABB per l’esperienza che la multinazionale può vantare e, naturalmente, per l’efficienza dei prodotti che può offrire a clienti dalle differenti esigenze.

La stazione scelta è la Terra 51 DC, adatta per ricariche veloci in 20/30 minuti in corrente continua, come suggerisce il nome: il loro impiego sarà specificatamente in ambito autostradale, proprio perché progettate per questo scopo. Andranno a sommarsi alle altre, a corrente sia continua sia alternata, già esistenti, nell’ottica di svincolare il paese scandinavo dalla dipendenza dai carburanti fossili entro il 2050.

Un traguardo ambizioso per cui stanno lavorando concretamente, a giudicare dalla rapidità delle azioni messe in campo: contemporaneamente anche l’eolico e l’energia ricavata tramite sfruttamento delle biomasse saranno incrementati; in questo modo si svilupperà un sistema energetico intelligente in grado di gestire la fluttuazione delle energie. In tutto ciò, le stazioni di ricarica veloce giocano un ruolo molto importante per la fruizione dell’intermittente energia che deriva da fonti rinnovabili circolante nella rete elettrica danese, soprattutto per la loro predisposizione ad essere inserite nel sistema di distribuzione intelligente delle smart grid.

L’installazione e la gestione delle stazioni competerà a CLEVER, come anche tutti i servizi operativi di rete per gli utenti. ABB rimarrà invece legata ai suoi prodotti in qualità di società manutentrice.

Non rimane che la curiosità di visitare il nordico paese per sperimentare l’esperienza di spostarsi liberamente, o quasi, in elettrico.

 

 

Andrea Lombardo

1 COMMENT

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here