Dopo Tesla, anche Mercedes entra nell’energy storage

0
684

Aus dem Auto ans Netz: Mercedes-Benz Energiespeicher eignen sich auch für die private Nutzung zur verlustfreien Zwischenspeicherung von überschüssigem Strom. / From cars to power grids: Mercedes-Benz energy storages are also suitable for private use to buffer surplus power virtually free of any losses.Pochi mesi fa Tesla PowerWall a lanciare sui mercati un sistema di accumulo dell’energia elettrica ad uso domestico: adesso il fiuto per il business porta anche Mercedes-Benz a firmare una soluzione per l’energy storage negli edifici privati.

L’idea è semplice: sfruttare la tecnologia sviluppata nel settore automotive per le vetture elettriche al fine di ottimizzare la gestione dell’elettricità anche in ambito residenziale.

Otto moduli batteria da 2.5 kWh l’uno vanno a comporre un accumulatore da 20 kWh che permette a quelle costruzioni dotate di un impianto fotovoltaico di mettere da parte l’energia ricavata in eccesso, evitando perdite e garantendo elevati standard di sicurezza.

Un ruolo chiave è giocato dal crescente mercato dell’auto elettrica, prima possibile beneficiaria dell’energia accumulata dagli impianti fotovoltaici privati; non è un caso che Mercedes-Benz parli del suo prodotto con lo slogan “dall’auto alla rete”, visto che, in piccolo, il sistema consente di replicare quanto i progetti Vehicle-2-Building e Vehicle-2-Grid mostrano su larga scala.

Lo sviluppo di questa soluzione tecnologica, per la quale Mercedes ha iniziato ad accettare ordini tramite il sito www.schlauerspeichern.de (le prime consegne sono previste per Settembre), arriva dalla collaborazione con la sua controllata ACCUMOTIVE, specializzata nell’offerta di accumulatori fissi di energia per uso privato e commerciale.

Questi prodotti sono costruiti a partire dall’esperienza acquisita con le batterie impiegate da Mercedes-Benz per i suoi veicoli 100% elettrici ed ibridi.

Il primo accumulatore di tipo industriale, naturalmente basato sulla tecnologia agli ioni di litio, è già in servizio e collegato alla rete: il Gruppo Daimler intende però allargare la propria partnership anche ad altri attori, sia in che al di fuori della Germania, coinvolgendo anche il settore delle energie rinnovabili.

 

 

 

Andrea Lombardo

Fonte: Daimler

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here