E-tropolis, un nuovo concetto di mobilità

2
912

DSCN2488Un progetto che abbraccia la mobilità elettrica a 360°quello presentato recentemente dalla tedesca SiG Solar Group che con il marchio Etropolis vuole incrementare le vendite in Italia delle due ruote elettriche.

Un nuovo modo di intendere il green, non solo per la sua idea di ecologia e salvaguardia del pianeta, ma anche come nuovo modo di muoversi nel mondo, dal turismo, al lavoro, all’essere di moda. Nel corso della presentazione della nuova gamma, e dei punti SAT – Servizio Assistenza Tecnica – SiG Solar Group, holding tedesca proprietaria del marchio Etropolis, dà vita a tutta una serie di iniziative dove usare una pedelec significa anche essere cool.

 

Chi è SiG Solar Group?

La holding tedesca si occupa di energia alternativa prima di tutto, dalla commercializzazione alla fornitura, passando per le tecnologie (come quelle led) per arrivare ai sistemi integrati per la mobilità elettrica. Con filiali in tutto il mondo, SiG Solar Group è un riferimento nel settore. Mossa da un intento che chiamare “green” sarebbe riduttivo, quello che preme ai rappresentanti dell’azienda è di concorrere per dare forma al processo di cambiamento energetico tramite quello che loro chiamano: un Progetto Energetico Innovativo Integrato.

Sì perché, come ha evidenziato Graziano Milone – responsabile Italia di SiG Solar Group – quello che si prefigge la holding tedesca già leader nel mercato dello scooter elettrico è quello di entrare nel mercato delle bici nel canale dei rivenditori moto, auto, caravan e nautica. Attraverso una strategia di vendita ad hoc e una serie di iniziative che legheranno i prodotti E-tropolis al mondo del turismo eco, SiG Solar Group ha presentato 10 modelli che vanno da una 29er a una cargo bike. Gamma completa, tecnicamente d’avanguardia, con alle spalle tre principi chiave fondamentali: qualità, assistenza tecnica e marketing.

 

Vantaggi competitivi

SiG Solar Group con Etropolis vuole portare qualcosa di nuovo nel mondo delle bici a pedalata assistita. Forse arrivando da un mondo non propriamente bike ha in serbo delle soluzioni veramente innovative. L’assistenza “Europe Assistance” e la targatura sono tra queste così come il servizio SAT. Si tratta del servizio di assistenza tecnica che risulta fondamentale su un mezzo come quello elettrico. Etropolis sta creando un rete fittissima di punti vendita certificati. Si tratta sicuramente di un grosso sforzo aziendale che però va di pari passo con uno scopo chiaro: aumentare le vendite in modo intelligente per creare una rete di distribuzione e di clienti consapevoli e soddisfatti.

colonninaNel corso dell’incontro, avvenuto alla Cascina Guazzafame di Gaggiano in provincia di Milano, scelta naturalmente consapevole anche questa, erano presenti numerosi operatori del settore che sono stati sottoposti a un vero e proprio training. Numerose sono infatti le leve commerciali da tener presente quando si entra nel mondo Etropolis, dai finanzianti con Deutsche Bank fino alle indicazioni su vetrine, alla creazione di momenti di aggregazione, al geomarketing (mailing list, test ride, fruizione del territorio), al visual merchandising… Da segnalare, prima di passare alle biciclette, anche gli Etropolis charging point, i centri di ricarica di biciclette elettriche che l’azienda sta distribuendo in giro per l’Italia e che saranno legati a delle proposte turistiche legate al territorio.

Insomma, a differenza di tante altre aziende settoriali, Etropolis propone non solo bici ma anche comunicazione e sostegno ai suoi operatori.

 

Le biciclette

Top di gamma è il modello 29er line con un’autonomia di 70 km, dal peso di 24 kg e, naturalmente, con velocità massima di 25 km/h. Si tratta di una pedelec mtb front con motore centrale, freni a disco e montaggio Shimano.

A seguire il modello Race line, anche in questo caso mtb front con ruote da 27,5”.

Da segnalare poi la linea Premium con le EXL man e unisex con ruote da 28”. Una bici che ha motore centrale, design molto elegante così come i colori. Le Premium man e unisex hanno invece ruote da 28 o 26”. Il telaio maschile è arricchito da componenti ricercati, hanno forcella rigida e pneumatici maggiorati per un migliore comfort. Le Trek man e unisex sono montate con Shimano Acera e hanno la possibilità di installare il display LCD King Meter.

La Urban è destinata a coloro che si avvicinano al mondo della mobilità elettrica. Ha forcella biammortizzata, cambio Shimano a 7 rapporti con microshift per una migliore facilità d’uso.

Interessante poi, soprattutto per la vendita nel canale nautica il modello Fold, la reinterpretazione della pieghevole montata Shimano Tourney 6 rapporti.

 

 

 

 

 

2 COMMENTS

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here