ELF, la velomobile ad energia solare

1
1072
ELF via Kickstarter
ELF via Kickstarter

Alle domande: “Siete stanchi di spendere per compare il carburante che si beve la vostra auto/moto? Vi sentite in colpa perché contribuite a cambiare in peggio il clima del pianeta ogni volta che usate un mezzo di trasporto?” molti devono avere risposto senza dubbio “Sì!”.

Così il progetto ELF, esposto sulla piattaforma di crowd funding Kickstarter, ha raggiunto la quota ricercata per iniziare la propria avventura il 13 di gennaio scorso: adesso potrà non essere più solo un prototipo.

Le sue caratteristiche in effetti sono vincenti: il veicolo è un tre ruote classificabile nella famiglia delle “velomobili”, come il Tripod, mezzi a pedalata assistita diffusi in Europa in nazioni amanti delle due ruote come i Paesi Bassi ma con un potenziale che potrebbe contagiare anche altre realtà.

Adatto per i viaggi pendolari, specie grazie all’assistenza della pedalata che risparmia dalle sudate, o per le piccole consegne urbane, può trasportare un velomobilista ed un carico di 160 kg all’interno del suo abitacolo chiuso che ripara dalle intemperie.

Un motore elettrico a magneti permanenti da 750 W aiuta nella pedalata alimentato da una batteria agli ioni di litio da 480 W ricaricata dallo sforzo del ciclista stesso e da un pannello solare da 60 W.

Realizzato in materiali compositi riciclati, compreso l’alluminio del telaio, dispone di segnalatori luminosi per la frenata e la svolta oltre che di fari a LED per l’illuminazione.

Le ruote, due anteriori ed una posteriore, sono da 26 pollici, i freni a disco ed il parabrezza in policarbonato con protezione dai raggi UV.

ELF ha un’autonomia di 50 km circa con una batteria che pesa appena 4 kg; è omologabile come bicicletta in tutti gli Stati Uniti, vantaggio notevole poiché lo sgrava di ogni tassa: in Europa la legislazione sulle biciclette a motore differisce sulla velocità massima raggiungibile rispetto agli USA ma le velomobili sono già contemplate dalle norme ed omologabili.

La produzione non è stata pensata per uscire dagli USA, in una prima fase, ma mercati come quello asiatico ed europeo interessano sicuramente la piccola azienda americana, capace, con una filiera di produzione semi-artigianale, di costruire 1.000 unità al mese del suo ELF.

Le velomobili forse appaiono stravaganti a chi non è abituato a frequentarle ma sono una soluzione per nulla stupida per i piccoli spostamenti: basti pensare che la maggior parte delle volte che muoviamo un’auto è per tragitti veramente brevi che, in questo modo, ci vengono a costare davvero tanto sia in carburante che in salute.

 

Andrea Lombardo

Fonte: Kickstarter

 

1 COMMENT

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here