Enel, attiva la prima colonnina di ricarica rapida in un distributore Eni

1
651

enelLa prima volta che se ne sentì parlare era il 2013 e sono occorsi quasi due anni per far sì che i due colossi italiani dell’energia, Enel ed Eni, passassero ai fatti.

È stata infatti inaugurata ieri, 4 febbraio, la prima stazione di ricarica rapida per auto elettriche in un distributore di benzina del Gruppo Eni: si tratta della stazione di servizio di Pomezia, sita al kilometro 31.384 di via Pontina, strada ad alto scorrimento che lega Roma al litorale laziale.

La ricarica erogata è di tre tipi (50, 22, 43 kW) e supporta la connessione di tre veicoli allo stesso tempo, supportando i principali standard utilizzati dalle vetture elettriche commercializzate in questo momento.

Si tratta di un primo, timido, passo verso lo sdoganamento dell’auto elettrica al di fuori dei confini urbani, come d’altronde altre nazioni in Europa e non solo hanno già da anni iniziato a fare: un modello con circa 200 km di autonomia, grazie ad una potenza di ricarica di 43 o 50 kW, può “fare il pieno” in un’ora piuttosto che in 30 minuti.

Il progetto di sviluppo delle installazioni di colonnine rapide Enel nei distributori di benzina Eni ha nome Fast Recharge Plus e c’è da sperare che proceda speditamente nel tempo, colmando il gap che ci separa dai Paesi del nord Europa.

Nel frattempo, sul suolo italiano esistono pochi punti di rifornimento rapido con standard CHAdeMO presso alcune concessionarie Nissan e, per quel che riguarda le stazioni di rifornimento, le più attrezzate oggi sono la Villoresi Est e la Dorno, entrambe nel nord.

Quest’ultima, in particolare, ospita il primo Supercharger Tesla italiano, stallo riservato ai proprietari della berlina premium Model S, nonché sistema attualmente più potente sul mercato con i suoi 120 kW.

 

 

Andrea Lombardo

Fonte: Corriere.it

1 COMMENT

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here