Enel Fast Recharge: la ricarica in corrente alternata ultra rapida

2
504

All’H2Roma, manifestazione dedicata alle energie pulite ed alle loro applicazioni nel settore automotive, Enel ha presentato la sua ultima creatura. Enel fast Recharge è una stazione di ricarica veloce, molto veloce, che consentirà finalmente un utilizzo del vostro veicolo elettrico anche per grandi spostamenti. Enel si allinea competitivamente con altre proposte giunte dall’estero esibendo questa stazione a corrente alternata a 43 kW in grado di fornire l’80% della carica totale di cui un veicolo elettrico ha bisogno in circa mezz’ora. Questo equivale a dire che nel tempo di una normale sosta in autostrada è possibile ricaricarsi quanto basta per avere quasi la completa autonomia a disposizione.

L’anteprima al salone H2Roma Energy & Mobility Show ha così portato alla luce, nelle parole del Responsabile Progetti Speciali e Sviluppo Tecnologico di Enel Distribuzione Federico Caleno, le caratteristiche di questo nuovo dispositivo: forti della competenza sviluppata sin dalle prime installazioni nel 2009, l’azienda ha messo a punto un sistema di ricarica oltremodo efficiente. Integrata nei sistemi Smart Grids, la stazione ha come cervello della gestione dei consumi il contatore elettronico trifase di Enel mentre la comunicazione con la Smart Grid è assicurata tramite connessione GPRS al centro di controllo di Enel; anche il veicolo è connesso con il sistema di ricarica per poterla effettuare in sicurezza secondo il modo 3. L’utilizzo del servizio è regolato dal possesso di una RFID Card che identifichi l’abbonato: l’offerta Enel drive, ad esempio, con 25 euro al mese permette di usufruire illimitatamente delle stazioni Enel sparse sul territorio. Un discreto guadagno rispetto ai tradizionali rifornimenti di carburante.

Come già detto, la potenza del terminale è di 43 kW in corrente alternata, quasi il doppio rispetto alle stazioni di ricarica pubblica da 22 kW attualmente installate ed imparagonabili alle home station da 3kW. Con queste soluzioni la ricarica completa del veicolo avviene rispettivamente in un’ora e addirittura sei, tempistiche ben più alte della mezz’ora resa possibile dalla Fast Recharge. Altre caratteristiche di questa infrastruttura sono l’alimentazione, trifase a 400 Vac (50 Hz) e la corrente massima erogabile di 63A.

L’interfaccia con il cliente è poi molto familiare: un display cui avvicinare la RFID card per attivare il servizio ed un cavo con connettore mobile cui collegare l’auto; una dinamica estremamente simile al rifornimento alle pompe tradizionali che ci è ormai naturale. Da oggi si può dire che l’affinamento delle tecnologie legate alla rete di distribuzione di energia elettrica stanno realmente assottigliando le distanze dai metodi di rifornimento cui siamo abituati: presto fare un pieno di energia mentre si fa la spesa o si mangia un panino durante un viaggio sarà una trascurabile abitudine.

 

Andrea Lombardo

2 COMMENTS

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here