Ford parla del futuro: auto elettriche, che si guidano da sole ed intelligenti

0
551

2015.10.26_Cars_FORD_FOCUS_RB_grille_redSono 13 i modelli che in qualche modo avranno a che vedere con la propulsione elettrica che Ford ha in progetto di lanciare sui mercati nel giro di 5 anni, mentre anche una flotta di veicoli per la ricerca sulla guida senza conducente sarà approntata.

Tra l’evento del CES di Las Vegas, una delle più importanti fiere dedicate all’elettronica e le dichiarazioni rilasciate da alcuni dei capi in testa allo sviluppo tecnologico in casa Ford, l’orientamento di uno dei più grandi marchi delle quattro ruote è chiaro, sebbene con cautela.

Investendo circa 4 miliardi di dollari, Ford pensa di aumentare la propria offerta riguardo alle auto “elettrificate”, intese come 100% elettriche, ibride plug-in ed ibride convenzionali, con ben 13 nuovi modelli entro il 2020: è Don Butler, direttore esecutivo per i “connected vehicles” di Ford, a confermare in un’intervista a VentureBeat che i veicoli con la spina diventeranno circa un quarto della gamma nel giro di un lustro.

Attualmente la Casa americana conta tre modelli con tecnologia elettrica, vale a dire la Focus Electric, la C-MAX Energi e la Fusion Energi, solo elettrica a batterie la prima, ibride plug-in – ossia con ricarica – le seconde.

A Butler non manca però la prudenza, confermando da un lato come l’auto elettrica ed ibrida rappresenti per Ford uno step immancabile nello sviluppo della propria offerta ma ricordando anche che a comandare sono gli acquirenti.

Per adesso molto dipende dall’appetito che i clienti dimostrano per questo tipo di veicoli”, riporta VB dalle parole di Butler, lasciando intendere che l’essere meno aggressiva di altre Case sulla mobilità elettrica è una tattica dettata dall’attendere un segnale certo dal mercato.

Inoltre, quando osserviamo i prezzi del carburante, abbiamo bisogno di essere sicuri di avere la possibilità, almeno negli Stati Uniti, di vedere un riassetto degli standard ed una comprensione di cosa sia flessibile da parte del governo. Noi possiamo produrle (le auto, ndr) ma abbiamo bisogno che poi la gente le comperi”.

Il discorso è dunque chiaro e ricorda quello già sentito fare per esempio da Audi prima dello scandalo dieselgate, ossia, auto elettriche in vendita quando queste soddisferanno le aspettative della gente.

Prima o dopo, dunque, Ford potenzierà la propria presenza sui vari segmenti con auto a batteria: di certo quella elettrica è la forma di propulsione che più si accorda con l’altro campo di ricerca al quale il CEO Mark Fields ha dedicato attenzione nei recenti interventi al CES.

L’autoguida, cioè la guida senza conducente, è infatti sotto la lente di tutte le Case automobilistiche e Ford ha annunciato di voler triplicare la flotta di veicoli sperimentali destinata al suo sviluppo. In arrivo anche l’adozione del sistema di sensori a stato solido Ultra Puck di Velodyne per migliorare la precisione della mappatura ed una collaborazione con il produttore di droni DJI al fine di mettere a punto una tecnologia di assistenza drone-to-vehicle per casi di emergenza.

Sempre Don Butler ha confermato che l’obiettivo finale è ottenere una macchina in grado di guidarsi in completa autonomia:

Dal punto di vista tecnologico stiamo crescendo davvero bene. Ciò su cui dobbiamo lavorare è il perfezionamento degli algoritmi e della tecnologia dei sensori. Ne avete un esempio nella collaborazione con Velodyne, con cui stiamo lavorando per ridurre le dimensioni dei sensori di luce e spazio LIDAR. Il nostro obiettivo è quel che noi chiamiamo Level Four Autonomy, ossia la piena indipendenza dell’auto, senza alcun bisogno di intervento umano, ma solo entro confini geograficamente noti ed in condizioni altrettanto note. È ciò a cui puntiamo nei prossimi 4 anni […].

L’altro aspetto è dato dallo sviluppo delle norme che regoleranno i veicoli autonomi: i problemi legati alla loro interazione con le altre auto sono un punto cruciale e si tratta di un panorama in continua evoluzione”.

 

 

Andrea Lombardo

Fonte: VentureBeat

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here