Francia, auto elettrica da record nell’ultimo anno

1
793
Avere-France / AAA data
Avere-France / AAA data
Avere-France / AAA data

Più di quindicimila auto 100% elettriche nei 365 giorni del 2014, con un inatteso exploit nel mese di Dicembre, da solo responsabile di 2,232 immatricolazioni a zero emissioni.

La Francia automobilistica pare iniziare il 2015 con buone prospettive per le vetture a batteria, confermando il trend già riscontrato nel 2013 ed incrementandolo di un 7.8 per cento che non sarà sconvolgente ma nemmeno da scartare.

I dati raccolti da AVERE, associazione di settore transalpina, parlano di un 70% di queste 15,045 unità come di veicoli passeggeri, che passano pertanto dagli 8,779 del 2013 a 10,560; in calo invece il segmento dei van commerciali, giù del 13.3% dalle 5,175 unità di fine 2013 alle 4,485 del 2014.

Regina di casa si conferma la Renault ZOE, da sola in grado di occupare il 57% del mercato elettrico su 4 ruote con 5,970 unità vendute, 1,182 solo a Dicembre.

Seconda è Nissan Leaf (1,604 unità), terza Bolloré Bluecar (1,170), quarta BMW i3 (versione a batterie e con range extender indistintamente hanno accumulato 607 unità) e, infine, quinta Smart Fortwo Electric Drive (509).

Segmento dei veicoli elettrici commerciali dominato sempre dal Marchio Renault con il Kangoo Z.E., fermatosi a quota 2,657 unità nell’anno, mentre Nissan ha totalizzato appena 242 ordini per l’e-NV200, sul mercato però solo da alcuni mesi.

Secondo automezzo da lavoro con la spina più venduto è un prodotto tutto francese, il Goupil G3, con 451 unità. Torna poi il nome ZOE in quarta piazza anche tra i van: non si tratta di un errore, bensì di modelli della berlina compatta Renault che sono stati immatricolati come veicoli da lavoro lasciando sgombero il pianale posteriore.

 

 

Andrea Lombardo

Fonte: InsideEVs

 

Avere-France / AAA data

1 COMMENT

  1. […] La Francia vuole sostituire le auto inquinanti entro il 2020 e lo fa in grande stile. Da aprile, infatti, partiranno gli incentivi auto di 10mila euro voluti da Segolene Royal, il ministro dell’ecologia, dello sviluppo sostenibile e dell’energia francese. Il bonus sarà destinato ai possessori di un’auto con almeno 13 anni di anzianità, che decidono di passare ad un’auto ibrida o elettrica. La battaglia alle auto inquinanti procede anche sul fronte della tassazione del carburante con l’introduzione di una tassa aggiuntiva sul gasolio (la TICPE) di 2 centesimi di euro al litro. Infine, anche l’installazione delle colonnine elettriche private sarà incentivata grazie al varo di un credito d’imposta destinato a chi installa in casa un’infrastruttura di ricarica. In questo modo la Francia si assicura il suo primato: essere il Paese europeo con il maggior numero di auto elettriche circolanti. […]

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here