Genny, mobilità elettrica al servizio delle disabilità motorie con certificazione TÜV Rheinland

1
705

image001-18Nel campo dell’assistenza alle disabilità motorie la mobilità elettrica si è sempre dimostrata uno strumento utile: è il caso di un prodotto made in Italy che, adesso, può vantare anche la certificazione di sicurezza dell’autorevole ente TÜV Rheinland Italia.

Genny, questo il nome di questa due ruote, è un progetto ideato da una persona affetta da disabilità, paolo Badano, che prevede l’integrazione della tecnologia già nota per il suo impiego sui Segway, le “bighe elettriche” in grado di mantenere sempre l’equilibrio.

Allo stesso modo, sfruttando sensori e giroscopi, Genny utilizza propulsione elettrica ed auto-bilanciamento per muoversi in sicurezza su superfici piane come pendenti percependo ed assecondando l’istinto naturale del “pilota disabile” a spostarsi in una direzione.

Genny è, stando alle affermazioni della savonese Genny Mobility, dotata del 100% di ridondanza, dalle batterie ai motori, ai sensori di controllo: il veicolo è concepito per garantire la massima sicurezza anche in caso di errore critico o di urto.

Genny rappresenta un’innovazione tecnologica a livello mondiale nel settore degli ausili per persone con ridotta mobilità da troppo tempo rimasto fermo” spiega Paolo Badano, inventore di Genny 2.0 “ma la parola innovazione per quanto ci riguarda da sola non basta. Da sempre viaggia di pari passo con la sicurezza: si tratta per noi di una priorità oltre che di un obiettivo aziendale. Perciò siamo estremamente soddisfatti di aver ottenuto la certificazione TÜV Rheinland: una conferma alla nostra indole progettuale che non lascia nulla al caso e una certezza per tutti coloro che usano e utilizzeranno Genny”.

Genny è catalogata come dispositivo medico di classe 1: significa cioè che a livello normativo e per l’immissione sul mercato non è richiesta alcuna certificazione obbligatoria. “Nonostante ciò non ci siamo fermati all’autocertificazione e abbiamo fortemente voluto la strada della certificazione di terza parte indipendente che offrisse una garanzia ulteriore alla sicurezza della nostra tecnologia”, prosegue Paolo Badano.

“Genny è un progetto tecnologicamente avanzato che porta in questo mercato coraggio e innovazione, caratteristica imprenditoriale che guida anche il nostro operato e che sentiamo molto vicina. Perciò siamo entusiasti della collaborazione con Paolo Badano e Genny Mobility e di aver seguito tutto l’iter certificativo di Genny. Partecipare a questo progetto ci ha offerto l’occasione di prendere parte a una vera e propria rivoluzione, dall’impatto fortissimo sia sul piano sociale sia su quello culturale: promuovere l’autonomia delle persone con disabilità rappresenta un grande obiettivo di responsabilità per TÜV Rheinland Italiadichiara l’Ing. Boris Tuzza, CEO e Managing Director di TÜV Rheinland Italia.

 

 

 

Andrea Lombardo

Fonte: Genny Mobility

1 COMMENT

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here