Gnarboard, lo skate elettrico veloce come un’auto

1
759

Abituati a pensare allo skateboard come ad una semplice tavola di legno con quattro ruote, oggetto di evoluzioni adolescenziali, non si può che rimanere fortemente impressionati di fronte all’ultimo e più sofisticato modello della Californiana Gnarboard, società creata da Joshua Tulberg e dedicata alla progettazione di veri e propri gioielli tecnologici  in grado di competere addirittura con potenti automobili. Il Gnarboard Trail Rider è infatti uno skateboard a trazione elettrica in grado di ingaggiare entusiasmanti testa a testa con una Corvette C5, un vero classico delle auto sportive americane, passando in meno di 2 secondi da 0 a 28 mph (45 km/h). L’eccezionale performance è resa possibile dalla presenza di 4 motori elettrici da 850 W che forniscono 3,4 kW di potenza (16,5 kW di potenza di picco) alimentati da batterie ai polimeri di litio, piccole e leggere, in grado di fornire corrente a 400 mps di potenza costante.

L’adozione di batterie LiPo in luogo di quelle al Piombo acido o anche al Litio Ferro Fosfato (LiFePO4 ) generalmente impiegate dalla maggior parte dei costruttori di skateboard elettrici comporta indubbi vantaggi di peso, dimensioni, ottimizzazione della curva di carica rapida, potenza disponibile. Inoltre, proprio allo scopo di non sottrarre potenza, non viene prevista la presenza del Battery Management System (BMS) sostituito da un inedito sistema di protezione che consente il bilanciamento della carica nelle singole celle delle batterie in uso ed in fase di ricarica. Anche il controllo motore adottato è di tipo automobilistico e non derivato da quello per bici o scooter, con il risultato di ottenere comportamenti in accelerazione lineari, senza ritardi o scosse. Particolare attenzione è stata rivolta anche all’autonomia che viene dichiarata di 13-15 miglia (21-24 km) con un tempo di ricarica di 2 ore. Certamente essa può essere influenzata dal particolare tipo di percorso, dal dislivello da superare e dallo stile di guida soprattutto in ripartenza e nelle frenate. Esiste comunque un indicatore acustico che segnala la discesa al di sotto del 40% della capacità delle batterie, proprio come nelle auto viene evidenziata la riserva di carburante.

Il modello è dotato di comando manuale ergonomico che consente di regolare con una semplice pressione delle dita velocità e freno, affidando al pilota il completo controllo delle modalità di movimento. Infatti disporre dello skateboard elettrico più veloce al mondo non vuol dire che si debba sempre sfruttare tutta la sua potenza e capacità di accelerazione, ma piuttosto saper dosare la sua forza in funzione delle diverse possibilità di impiego (commuting, divertimento, agonismo).

La gamma Gnarboard include altri due modelli, il Road Warrior anch’esso con quattro ruote motrici (2.0 kW di potenza con 8.8 kW di picco) in grado di raggiungere 0- 28 mph (45 km/h) in 2,8 secondi ed il più “tranquillo” Commuter con solo due ruote motrici (1,4 kW di potenza con 7,2 kW di picco). La scelta comunque di un sistema di trazione integrale, sia 2WD che 4WD, trova giustificazione nella migliore accelerazione e frenata, nell’ottimale bilanciamento del mezzo con il peso del pilota e nel minor consumo di pneumatici. I prezzi vanno da 2900 $ per il modello Commuter ai 4.000 $ per il top di gamma Trail Rider e sono ordinabili dal sito del produttore.

 

 

Andrea Lombardo

1 COMMENT

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here