Honda Smart Home, il concept che gestisce l’energia di casa e ti ricarica l’auto

0
428
photo credit: bigbend700 via photopin cc
photo credit: bigbend700 via photopin cc

Una visione della sostenibilità ambientale a 360°, questo si propone di essere dimostrato con la costruzione della prima Honda Smart Home US, prototipo omnicomprensivo delle innovazioni nel campo della tecnologia energetica applicata all’abitare ed allo spostarsi a zero emissioni.

Un caso di studio che include un modello di gestione dell’energia per le case come per le vetture, tutto rigorosamente basato sull’elettricità ricavata da fonti rinnovabili: è la strada che, sempre meno sotterraneamente, si sta facendo avanti in parallelo alla mobilità elettrica; case eco-sostenibili grazie all’energia solare ed auto elettriche che, a seconda della necessità, si fanno trovare o pronte a piena carica per partire o disponibili a restituire l’energia fungendo da grosse pile.

American Honda Motor Co., Inc. comincerà dal campus dell’Università della California a Davis la costruzione di questo prototipo, documentandone le fasi sul sito internet dedicato al progetto Honda Smart Home US.

La dimostrazione vuole aprire le porte ad una realtà cui i produttori di sistemi di gestione dell’energia (tra i quali rientrano ormai molte case automobilistiche rivoltesi all’elettrico) guardano da tempo: l’integrazione totale fra la rete elettrica locale, le abitazioni private e la mobilità personale.

Nel progetto specifico, la riduzione dei consumi domestici di energia vede la completa interazione con l’automobile, una Honda Fit EV, modello elettrico venduto sul mercato americano.

Uno sprone allo sviluppo di questi prototipi di abitazioni sostenibili ed hi-tech è stato dato dallo Stato della California, il quale anche in materia di edilizia si è posto all’avanguardia imponendo l’adeguamento entro il 2020 ad un pacchetto di requisiti per le costruzioni residenziali chiamato “Zero Net Energy”.

L’Honda Smart Home è un sistema di gestione globale dell’energia che dovrebbe mettere l’edificio in condizioni di produrne più di quanta non ne consumi: si stima che un’unità abitativa del genere consumi meno della metà di una tradizionale di pari dimensioni.

Gli abitanti della casa sono, grazie all’HSH, in grado di controllare tutti gli aspetti che riguardano il suo consumo energetico, dal riscaldamento al condizionamento all’illuminazione, con la possibilità di regolarli costantemente.

L’Honda Smart Home si configura come un insieme di tecnologie che collaborano:

il Solar Power System è il sistema di pannelli fotovoltaici che provvede all’energia elettrica necessaria per il funzionamento di gran parte degli impianti domestici ed alla ricarica del veicolo elettrico: grazie all’energia ricavata dal sole, l’energia richiesta dalla casa al fornitore di elettricità cui è allacciata dovrebbe costituire la minor parte di quella consumata;

l’Honda Energy Management System è una tecnologia smart grid che provvede alla gestione dell’utilizzo dell’energia comunicando contemporaneamente con l’inquilino e con il fornitore della rete elettrica;

i sistemi HVAC (Heating-Ventilation-Air Conditioning) di gestione climatica ad alta efficienza ed illuminazione, progettati appositamente dalla UC Davis, l’Università della California che ospita il progetto collaborando nella ricerca di nuovi metodi per il riscaldamento geotermico delle abitazioni e di nuovi sistemi di illuminazione a LED che migliorino la qualità di vita riducendo anche i consumi;

non ultima, la ricarica solare Direct PV-to-vehicle in corrente diretta, che riduce invece le perdite di efficienza dovute alla conversione da DC ad AC e viceversa: la ricarica di un veicolo elettrico tramite questa tecnologia abbatte la CO2 emessa nel suo ciclo di vita evitando di passare attraverso la rete di distribuzione urbana.

Infine gli stessi metodi costruttivi ed i materiali impiegati sono votati all’abbattimento delle emissioni nocive a partire dai loro stessi processi produttivi, per garantire una Green Home certificabile sotto ogni aspetto.

Il primo esempio di Honda Smart Home System (HSHS) era stato realizzato a Saitama, in Giappone, dove due abitazioni, una a scopo dimostrativo ed una effettivamente occupata, erano state costruite nel 2012: entro la fine del 2013 è invece previsto che sia ultimato il prototipo nell’UC Davis West Village.

Questa dell’integrazione totale fra sistemi di gestione energetici degli edifici e mobilità è la prospettiva più completa ed importante del futuro dello sviluppo sostenibile: il reale cambiamento sarà infatti portato da una trasformazione globale dell’approvvigionamento di elettricità e del suo utilizzo, puntando a rendere ogni nucleo insediativo quasi autosufficiente tramite metodi che non producano CO2.

Già la Difesa degli Stati Uniti ha pensato di sfruttare i veicoli elettrici per rendere energeticamente indipendenti le basi militari in caso di bisogno e le tecnologie Vehicle To Building per la restituzione dell’energia inutilizzata esistono già sul mercato. Altri, come General Motors, invece, stanno testando sistemi di riciclo delle batterie delle auto elettriche che permettano di sfruttarle come accumulatori da inserire nelle reti di distribuzione locale dell’elettricità.

 

Andrea Lombardo

Fonte: HondaNews, Honda SmartHome via AutoblogGreen

 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here