Honda UNI-CUB, l’ultimo confine della mobilità personale

0
507

Si presenta come uno sgabello semovente e deve alla robotica più di quanto sembri: gli Honda UNI-CUB ed UNI-CUB β sono i dispositivi per la mobilità personale che secondo i Giapponesi rappresentano l’avanguardia di una nuova concezione dello spostarsi.

Faranno sorridere i più cinici e attireranno i più pigri ma Honda UNI-CUB ed UNI-CUB β sono il risultato di precisi studi che hanno portato ad evolvere la prima famiglia di questi veicoli, gli U3-X presentata quattro anni addietro ad un altro Tokyo Motor Show: durante questi anni gli UNI-CUB sono stati testati con i visitatori del Miraikan, il museo giapponese per l’innovazione e le scienze emergenti, e migliorati sulla base dei loro feedback.

Adesso la famiglia Honda UNI-CUB ritorna al Salone dell’auto di Tokyo 2013: UNI-CUB e UNI-CUB β, con le loro forme che richiamano vagamente quelle di due pinguini, sono delle potenziali alternative alle poltrone da ufficio ma possono inserirsi bene in tutti quei contesti dove qualcuno debba muoversi in ambienti confinati.

I dispositivi, che potrebbero fare la gioia di valletti, cassieri e segretari sono a tutti gli effetti dei piccoli robot a trazione elettrica che mutuano molta della tecnologia impiegata proprio da Honda nei sui prototipi umanoidi.

Sugli UNI-CUB si sta infatti seduti ed essi si spostano grazie al nostro peso corporeo, grazie all’Honda Omni Traction Drive System che asseconda lo sbilanciarsi dell’individuo in una direzione. Questo significa che per avvicinarvi ad un quadro per guardarlo meglio o per andare sino alla fotocopiatrice non dovrete alzarvi, sarà sufficiente spostare leggermente il vostro peso nella direzione voluta: una volta abituati, diventa un’azione inconscia.

Forse gli UNI-CUB sembrano un’istigazione alla pigrizia ma anche stare ore in piedi non è salutare: la ricerca di Honda si inquadra per altro in una tendenza condivisa da altri grandi marchi come Nissan, anch’essi alla ricerca dei veicoli per la mobilità personale del futuro sempre più intesa come sostituzione dell’uso delle gambe.

Al Tokyo Motor Show 2013 Honda farà provare i suoi UNI-CUB β ed UNI-CUB ai giornalisti, mentre nell’immediato futuro progetta di affidare in leasing esemplari dei due sgabelli semoventi a società ed organizzazioni di svariato genere perché vengano provati in contesti lavorativi.

Honda sarà presente anche con un altro interessante concept legato ai veicoli elettrici ed alla gestione intelligente dell’energia domestica.

 

 

Andrea Lombardo

Fonte: Gizmag

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here