Hyundai, le prime ix35 Fuel Cell consegnate in Gran Bretagna

2
514

hyundai ix35 fuel cellLa Casa automobilistica coreana Hyundai ha appena iniziato le consegne di uno dei suoi modelli ad idrogeno, la ix35 Fuel Cell, in terra britannica, ennesima tappa di diffusione sui mercati mondiali.

A ricevere le vetture a fuel cell sono stati sia privati che aziende, tra le quali Air Products, ITM Power, Johnson Matthey e Transport for London, la società che gestisce il trasporto pubblico della capitale inglese.

Le Hyundai ix35 Fuel Cell arrivano giusto in tempo per sottolineare l’iniziativa promossa dal ministro per gli affari Matthew Hancock, che ha sbloccato un fondo da 11 milioni di sterline a supporto dei trasporti ad idrogeno.

Gli interessi della Casa automobilistica coreana si congiungono con quelli del governo britannico, che spiega nelle parole del Deputy Mayor of London for Business and Enterprise, Kit Malthouse, come “La tecnologia delle fuel cell ad idrogeno ha le potenzialità per sostituire la tradizionale combustione interna ma occorre che venga mostrata tangibilmente, sfruttando i trasporti pubblici per dimostrare che non si tratta di fantascienza e che davvero i veicoli a idrogeno possono essere usati in modo simile a quelli tradizionali”.

Hyundai collabora dal canto suo alla promozione dei veicoli a fuel cell in Gran Bretagna partecipando a diversi progetti governativi, quali il London’s Hydrogen Network Expansion ed all’Hydrogen For Innovative Veihicles, noto anche come HyFive e finanziato, assieme ad HyTEC, dal Fuel Cells and Hydrogen Joint Undertaking.

I coreani collaborano poi anche allo UKH2 Mobility Project, che ricopre un ruolo chiave nell’informare e spronare il governo ad intraprendere azioni pro mobilità a idrogeno.

Le ix35 Fuel Cell sono il modello di serie sul quale Hyundai punta per i mercati europei, dove la Danimarca si è in passato distinta per gli ordini, destinati ad organizzazioni statali: nella sola California, dall’altra parte dell’oceano, Hyundai ha invece intrapreso una politica aperta anche ai privati (la Gran Bretagna pare venire subito dopo), offrendo un altro modello, il Tucson Fuel Cell con una particolare formula di leasing.

È dalla fine degli anni ’90 che Hyundai fa ricerca nel campo dei veicoli a idrogeno ed è oggi in grado di offrire auto sicuramente affidabili: non afflitte da problemi di autonomia come nel caso dei veicoli 100% elettrici (ricordiamo che l’idrogeno serve per ricavare l’energia elettrica necessaria ad alimentare il motore), esse sono essenzialmente limitate oggi dalla rarità assoluta delle stazioni di rifornimento, che ne limitano i progetti di vendita ad aree estremamente selezionate.

Dal punto di vista delle emissioni risultano pulite a livello locale, mentre sollevano dubbi ancora non del tutto dissipati riguardo l’energia necessaria per sintetizzare l’idrogeno (a seconda delle metodologie perseguite).

 

 

 

Andrea Lombardo

Fonte: Hyundai

2 COMMENTS

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here