i.Car0: la citycar elettrica per chi non ha paura di osare

5
1511

Osare di lanciarsi nell’avventura del full-electric per uscire dal labirinto del “caro benzina”: questa è la sfida di i.Car0, da leggersi “Icaro” come il nome del mitologico figlio di Dedalo. Auto concepita per le realtà urbane, nasce in elettrico e rappresenta un’alternativa a veicoli di fascia superiore competendo sia per dotazioni e prestazioni che per prezzo.

Progettazione e design rigorosamente made in Italy di GreenGo, giovane azienda rivolta esclusivamente allo studio e sviluppo di soluzioni per la mobilità a basso impatto ambientale, e produzione made in China: ma in questo caso “Cina” è sinonimo di una delle più importanti ed avanzate tecnologicamente industrie mondiali nella produzione di motori elettrici, la XinDaYang.

 i.Car0 adesso arriva in Italia, dopo 4 anni di prototipi e test: in Oriente ha già avuto l’importante avvallo del Governo Centrale Cinese accaparrandosi un bando di concorso per lo sviluppo dell’efficienza elettrica nel settore industriale dell’auto che gli è valso 90 milioni di dollari per la realizzazione di uno stabilimento con una potenza “di fuoco” di 300.000 veicoli all’anno.

E allora vediamo questa piccola – sì, ma con le spalle robuste – citycar.

Il nome iCar0 riassume la sua filosofia: Interconnected Car Zero emission; pensata da subito come full-electric car, la vettura ragiona strutturalmente e concettualmente come parte dell’universo elettrico. Questo vuol dire che integra un sistema di connettività completo che consente di controllare in tempo reale dal computer di bordo ogni dettaglio funzionale del mezzo, dai parametri delle batterie, agli eventuali guasti alle chiamate di emergenza in caso di piccoli incidenti. Non sono escluse funzioni come il navigatore e la mappatura dei punti di ricarica, implementabili da optional a richiesta come il Fleet Management, la TV e l’interazione con sistemi Android e le App di Google Play.

L’abitacolo può ospitare comodamente due persone ed il bagagliaio ha una capacità di 300 litri.

Le caratteristiche di massima vedono un’autonomia di 165 km, batterie agli ioni di litio con BMS, Battery Management System di seconda generazione e recupero dell’energia in frenata; la velocità massima è di 75 km/h.

Detto ciò, la progettazione ottimizzata sin dai primi passi intorno all’idea di un’auto elettrica mostra i suoi benefici in termini di risparmio e funzionalità: i.Car0 si avvantaggia nelle prestazioni proprio nel ciclo urbano, per le vetture a motore endotermico più dispendioso, e si permette di godere di servizi come l’assistenza e il controllo satellitare del veicolo 24 ore su 24 da remoto.

I pregi di questa tipologia di vetture risiedono nelle dimensioni contenute che le rendono agili e facilmente parcheggiabili, nelle zero emissioni che non impongono loro limiti di percorrenza nelle città, anche in aree ZTL o pedonali, ma, di solito, non nel prezzo.

i.Car0 cala allora l’asso: da febbraio 2013 la versione base costerà tra i 9.000 ed i 10.000 euro, la sorella maggiore L si aggirerà sugli 11.500 euro mentre la VIP si attesterà probabilmente sui 13.000 euro, Iva inclusa. Le batterie andranno invece noleggiate concordando un programma d’uso personalizzato comprensivo di assistenza ed upgrading gratuito per l’intero ciclo di vita.

Agli ecomobilisti nostrani l’ultima parola: chi vuole cambiare stile di vita e di guida ha sempre più alternative per farlo. E questa volta, speriamo, il nostro Icaro non sarà tradito dalle sue ali.

 

Andrea Lombardo

 

5 COMMENTS

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here