Il circuito di Zolder in Belgio ospita la “prima” gara di motocross elettrico FIM, la E-MX

1
637
KTM_Freeride_E
Photocredits: R. Schedl

KTM-

Il 2 maggio 2013, esattamente ieri, il Circuit Zolder, tracciato belga inserito nelle competizioni internazionali di motocross, ha ospitato quella che la FIM, la Federazione Internazionale Motociclismo, ha sbandierato come la prima competizione in assoluto per soli bikers in elettrico.

In effetti si tratta di un primato nel motocross e non è casuale che si tenga proprio nel paese che ha dato i natali al termine “motocross”: in realtà la stessa FIM ha già organizzato una competizione “pulita”, la Ride Green Eco Enduro svoltasi a Copenaghen tre anni fa.

Messa da parte questa piccola incongruenza, la gara di Zolder ha visto la partecipazione di una dozzina di motociclisti che, divisi in gruppi da 6, si sono dapprima riscaldati in due sessioni di prove libere seguite poi dalle qualificazioni.

Le due semifinali, per il gruppo A e per quello B, da 5 giri di pista l’una, hanno dato accesso alla finale ai migliori tre di ogni gruppo: questi ultimi 6 concorrenti si sono sfidati per il podio.

Tra i partecipanti si sono visti nomi di spessore del panorama motociclistico internazionale del livello di Stefan Everts, 10 volte campione mondiale di MX, del britannico Jake Nicholis, del tesserato Red Bull KTM Ken De Dycker, del campione EMX 125 Damon Graulus e del BMX olimpico Arnaud Dubois, solo per citarne alcuni.

I partecipanti hanno utilizzato una squadriglia di KTM Freeride E, moto da cross elettrica del marchio austriaco non ancora sul mercato e da un paio d’anni esposta in manifestazioni sportive di vario genere. Anche altre moto elettriche hanno però fatto la loro comparsa: tra qualifiche e semifinali si è svolta una serie di giri di ricognizione della pista in sella a delle Quantya (ora rinominata Vrone) e delle Zero Motorcycles, in passato già protagoniste proprio della Ride Green Eco Enduro prima citata.

L’avvenimento si è inoltre svolto nella cornice del CleanWeek 2020 , manifestazione di tre giornate dedicata all’elezione dei veicoli a zero emissione dell’anno per le Fiandre, regione ospitante e fortemente impegnata nel supporto della mobilità pulita.

Il nome del vincitore rimane ancora da conoscere: il termine delle gare è avvenuto intorno alle 20:00 e la comunicazione sui canali ufficiali non è ancora stata diramata.

Non è dato sapersi se la FIM E-MX diverrà un appuntamento annuale per gli appassionati di motocross elettrico ma l’interessamento verso questa disciplina è in crescita: la curiosità nei confronti delle capacità delle moto elettriche è forte (come dimostrato anche dal campione freestyle ) e sta attirando sportivi anche dai settori limitrofi, vedi il vice campione europeo Elite ed olimpico della BMX Arnaud Dubois.

Per altro, già altre gare per moto elettriche enduro si sono svolte negli ultimi anni, dalla MiniMoto SX alla 24 Ore di Electricross organizzata da Zero Motorcycles, produttore americano di e-bike.

Che dire, come la Formula E per le 4 ruote, la FIA E-MX ed il campionato su pista per superbike elettriche sono la dimostrazione che l’elettrico sa dare spettacolo nel rispetto della natura.

 

Andrea Lombardo

Fonte: AutoblogGreenElectricMotocross

 

 

 

1 COMMENT

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here