Il Renault Z.E. Center ad un anno dall’apertura: 21.000 test drive e 50.000 km senza un grammo di CO2

0
356
Renault Z.E. Center

Renault Z.E. CenterÈ situato a Boulogne-Billancourt, vicino Parigi, l’unico centro di orientamento alla mobilità elettrica di queste proporzioni in Europa: marchiato Renault Zero Emission, è stato inaugurato nel gennaio 2012 e, dopo 18 mesi di attività, tira le somme del suo operato.

 

Voluto dalla casa transalpina per far conoscere le potenzialità delle auto elettriche al grande pubblico, si tratta di una struttura al momento unica nell’Unione Europea. Chiaramente orientata verso l’offerta di veicoli prodotti da Renault, lo Z.E. Center è un enorme centro prove aperto al pubblico: nel suo primo anno di vita ha visto effettuare qualcosa come 21.000 test drive a bordo di auto elettriche, coprendo ben 50.000 km senza emettere gas di scarico inquinanti.

Oltre alle prove su strada, fondamentali per far veramente capire la mobilità elettrica, il centro offre un percorso educativo durante il quale il personale Renault accompagna gli interessati non solo nei 2 km di pista ma li istruisce sulla tecnologia di questi veicoli, sulla loro ricarica e sui servizi offerti ai possessori di auto a zero emissioni.

Gratuito ed aperto a tutti, il Centro è un luogo dove Renault promuove la sua gamma di veicoli elettrici, mettendo ZOE, Twizy, Kangoo Z.E. e Fluence Z.E. a disposizione per i test drive, ma è anche un’iniziativa intelligente per sfatare molti luoghi comuni sulla mobilità elettrica: un team di professionisti impegnati esclusivamente in questo settore si alterna nel rispondere alle domande dei visitatori, qualsiasi esse siano.

Come è naturale, la casa francese vanta per il suo centro le visite di ministri e personalità illustri: da Yann Arthus Bertrand al ministro per le finanze francese, dall’ex pilota Alain Prost all’attuale campione Sebastian Vettel, tutti hanno testato da sé la guida in elettrico.

Al di là delle ricadute anche commerciali legate a questa iniziativa – d’altronde, nessuno fa nulla per nulla – si tratta di un buon proposito: Toyota nel 2012 ha aperto a Roma un locale temporaneo dedicato alla mobilità ibrida, The Hybrid Space; mostrando spaccati tridimensionali delle sue vetture ibride e video sul funzionamento della tecnologia, la casa giapponese intendeva promuovere ma soprattutto far capire dove stiano i vantaggi dell’ibrido.

L’idea di organizzare dei “parchi giochieducativi permanenti dove la gente comune possa toccare con mano le novità alternative alla classica auto a combustione non è male: certo, in Italia non sarà Fiat a farlo, almeno per il momento.

Chissà che non ci pensi qualcun altro.

 

Andrea Lombardo

Fonte: Renault Presse

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here