In Giappone le stazioni di ricarica per auto elettriche superano quelle di benzina

0
625
photo credit: Probamos el nuevo Nissan Leaf via photopin (license)
photo credit: Probamos el nuevo Nissan Leaf via photopin (license)
photo credit: Probamos el nuevo Nissan Leaf via photopin (license)

Il secondo produttore di veicoli del Giappone, Nissan, ha pubblicato un report secondo il quale il numero di colonnine di ricarica per veicoli elettrici ha superato di gran lunga quello delle stazioni di rifornimento dedicate ai veicoli endotermici.

Considerando nella somma stazioni di ricarica rapide e non, il totale parla di 40mila unità sul territorio nipponico, a fronte di 34mila pompe di benzina.

Il dato interessante da rilevare, oltre alla favorevole politica attuata dal Paese nei confronti della mobilità elettrica, è come lo sviluppo dell’infrastruttura segua una dinamica decisamente più veloce rispetto a quella avuta dall’industria dell’auto tradizionale.

L’agilità di installazione e gestione dei sistemi di ricarica per veicoli elettrici sta favorendo una loro diffusione su scala nazionale definibile quasi “dilagante”, visto che è appena da un lustro che le auto con la spina hanno fatto seriamente capolino sui mercati internazionali.

Non è un caso che sia Nissan, una delle principali promotrici dell’auto elettrica, ad aver diffuso il conteggio delle colonnine giapponesi: le prossime mosse sul vivace mercato interno nipponico della trazione alternativa sono attese da parte di Toyota, che ha deciso di puntare con forza sull’idrogeno con la Mirai, prima berlina di serie con questa tecnologia.

 

 

 

Andrea Lombardo

Fonte: ElectricCarsReport

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here