La Drayson Racing B12 69/EV si conferma l’auto elettrica da corsa più veloce: nuovo record mondiale FIA

2
582
Drayson B12 69ev world electric land speed record
Drayson B12 69ev world electric land speed record - Credit: DraysonRacingTechnologies
Drayson B12 69ev world electric land speed record
Drayson B12 69ev world electric land speed record – Credit: DraysonRacingTechnologies

Alla fine l’ex ministro della Scienza inglese Lord Drayson c’è riuscito: la sua Drayson B12 69/EV, da lui stesso pilotata, è entrata nella storia conseguendo il nuovo record mondiale di velocità FIA raggiungendo la bellezza di 204.185 miglia orarie (328.44 km/h).

Il World Electric Land Speed Record è stato ottenuto sulla pista della base RAF di Elvington (Yorkshire, GB) dal patron della Drayson Racing Technologies a bordo di un prototipo di auto da corsa a propulsione esclusivamente elettrica: la base della vettura è una Lola, la motorizzazione è il frutto delle ricerche della scuderia di base ad Oxford.

Il precedente record, infranto da questa auto da corsa elettrica appartenente alla categoria LM P1, ossia Le Mans Prototypes1 (per la quale anche Nissan/Nismo sta sviluppando il prototipo elettrico ZEOD RC), si attestava a 175 miglia orarie (281 km/h), ben 29 meno del nuovo primato, a nome del Battery Box General Electric. Ma la vera sfida tecnologica non era tanto raggiungere la velocità-record quanto farlo con un veicolo di 1,000 kg di peso (relativamente leggero in rapporto alla velocità) avendo a disposizione un miglio preciso per l’accelerazione.

La potenza sviluppata dalla vettura è di 850 cv e il pacco batterie ha una capacità di 30 kWh mentre gli pneumatici utilizzati sono dei Michelin LM P1 customizzati.

Una conferma delle capacità tecniche raggiunte dalla ricerca automobilistica elettrica, settore nel quale il Drayson Racing Technologies Team è attivo: non a caso si tratta del primo ad aver aderito al campionato FIA Formula E, la Formula Uno elettrica in programma a partire dal prossimo anno.

I partner dell’impresa sono nomi ben noti del mondo dell’auto e delle corse quali Michelin, Cosworth, Multimatic e QualcommHalo, industria che oltre a processori per computer e smartphone produce impianti di ricarica wireless (in test a Londra) per auto elettriche.

Michelin, per altro, vanta curiosamente un altro primato personale: erano suoi infatti gli pneumatici montati sulla Jamais Contente, la prima auto al mondo ad aver superato i 100 km/h nel 1899. Auto che era elettrica: Michelin può quindi dire di essere stata presente sia al primo che all’ultimo (per adesso) record di velocità realizzato da un EV.

Probabilmente, però, il primo partner dell’ex Ministro inglese è la sua nazione stessa: quella Gran Bretagna che, malgrado gli ancora non entusiasmanti riscontri di vendite, tanto sta investendo sulla mobilità elettrica ed è diventata patria produttiva della nuova Nissan Leaf.

 

 

Andrea Lombardo

Fonte: Drayson Racing Technologies

 

2 COMMENTS

  1. […] La Cina è direttamente rappresentata anche da un suo team, il primo a partecipare ad un campionato automobilistico di tale visibilità al di fuori dei confini nazionali, mentre l’Europa vede il britannico Drayson Racing, squadra che si avvale del supporto di Oxford nello sviluppo dei motori e che appartiene all’omonimo ex ministro della Scienza inglese Lord Drayson, personaggio noto nel mondo delle zero emissioni per la sua passione per le corse in elettrico (ha recentemente guidato la Lola modificata che ha conseguito il World Speed Record per veicoli elettrici sotto i 1,000 kg di peso). […]

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here