La nuova Chevrolet Volt extended range costerà 10.000$ in meno: sarà così anche per la Ampera?

3
610
2013 Chevrolet Volt
© General Motors under Creative Commons 3.0
2013 Chevrolet Volt
© General Motors under Creative Commons 3.0

La Chevrolet Volt elettrica extended range è la sorella americana della Ampera extended range distribuita in Europa dal marchio Opel, sempre appartenente alla grande famiglia General Motors.

I vertici di GM lo avevano già sussurrato nei mesi passati ma adesso il CEO Dan Akerson lo ha ribadito nel corso di una conferenza con argomento le tecnologie pulite: la nuova generazione di Volt/Ampera sarà molto più economica.

La cosa non è sfuggita a diversi giornali americani, i quali si sono precipitati a riportarla: attualmente, ha spiegato Akerson, ogni Volt venduta non porta profitto a General Motors; ma, dopo la sua affermazione come auto sul mercato delle soluzioni green, GM è ora in grado di tagliare almeno 10.000$ dal suo prezzo di partenza (39.900$), rendendola molto più appetibile per i clienti e “profitable” per GM, ossia foriera di guadagni.

La prossima generazione di Volt e, probabilmente a ruota anche della Ampera, passerebbe ad avere un prezzo ben più in linea con le altre concorrenti – leggi Nissan Leaf, Ford C-Max, Toyota Prius e, in Europa soltanto, Renault Zoe – diventando un’alternativa molto più accessibile: malgrado in Gran Bretagna abbia avuto un discreto successo nel panorama della mobilità alternativa per privati (all’ombra del Big Ben è marchiata Vauxhall), in altri paesi, come l’Italia, prevale spesso una valutazione negativa sul prezzo.

Purtroppo non si calcola il risparmio negli anni successivi all’acquisto ma è pur vero che nel nostro paese l’infrastruttura di ricarica ha appena iniziato a crescere e questo non ha facilitato le cose fin’ora; per quanto riguarda le dotazioni, la Volt o Ampera non è certo una “macchinina” elettrica: per avere un’idea migliore di tante parole potete guardare la prova su strada realizzata dal nostro team ed il relativo articolo sul numero on-line di Veicoli Elettrici di aprile 2013.

La nuova Volt extended range arriverà forse entro un anno e sarà migliorata, trapela sempre dai giornali: sia per quanto riguarda il motore elettrico che per il piccolo propulsore a combustione di supporto (nei mesi scorsi GM parlò di un nuovo tipo di range-extender); probabilmente anche il peso della vettura verrà abbassato, come un po’ tutti i produttori stanno facendo per zavorrare il meno possibile l’auto e consentirle di richiedere meno energia al pacco batterie.

Da inizio 2013 fino al mese scorso, le vendite della Volt in America sono cresciute del 3,2 % rispetto al medesimo periodo dell’anno precedente: la Leaf però, dopo aver tagliato sensibilmente il suo prezzo al pubblico, ha visto più che raddoppiate le sue vendite.

Sarà un caso?

 

Andrea Lombardo

Fonti: AutoblogGreen, CarAndDriver , ThinkProgress

 

3 COMMENTS

  1. […] Tuttavia, la Leaf ha registrato un incremento sull’anno del 423,5%, il che è di per sé un dato ottimo in prospettiva, considerando anche che la principale concorrente sul mercato a stelle e strisce, la Chevrolet Volt extended range, malgrado si sia vista sorpassare dai giapponesi, ha comunque un aumento delle vendite rispetto allo stesso periodo dell’anno passato (e progetta di abbassare sensibilmente il proprio prezzo). […]

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here