La prima Harley-Davidson elettrica sarà progettata dagli Harleisti

1
1149

HarleyDavidson Project LiveWireLanciando il Project LiveWire, la mitica firma americana delle due ruote entra a pieno titolo nel futuro: per i suoi 110 anni Harley-Davidson aveva rivelato di guardare all’elettrico, adesso porta in tour il suo progetto di e-moto.

Come sarà esattamente la prima Harley a zero emissioni non lo sapremo infatti da un giorno all’altro: tenendo fede all’approccio che storicamente ha contribuito alla grandezza del marchio, H-D condurrà un tour planetario di test drive aperti ai suoi clienti per raccogliere critiche e suggerimenti.

Saranno quindi gli stessi Harleisti a decretare come dovrà essere il bolide elettrico statunitense: la Project LiveWire Experience partirà quest’anno dalla Route 66 (per altro in predicato di divenire arteria “zero emission”) visitando una trentina di concessionarie del marchio. In seguito, nel 2015, il tour si espanderà nel resto degli Stati Uniti ed in Europa.

Potranno dire la loro sul progetto di Harley elettrica sia gli aficionados che i potenziali clienti: persino chi non ha la patente potrà, grazie ad un simulatore, provare il feeling di guida ed il sound della prima e-Harley.

Già, si parla anche di sound, perché carattere imprescindibile e distintivo della motocicletta americana è il ruggito del motore: Mark-Hans Richer, senior vice president di H-D, lo definisce simile a quello di un caccia in decollo. Ciò che l’azienda vuole mantenere è infatti un tono distintivo rispetto a tutte le altre moto in circolazione, sia a combustione che elettriche.

Per Matt Levatich, presidente di Harley-Davidson Motor Company, fare una moto elettrica è naturale: vuole semplicemente dire essere al passo con i tempi.

La tecnologia fa passi da gigante e “l’America ha sempre dato il meglio di sé quando si è trattato di reinventarsi”, ha dichiarato Levatich, che sottolinea come l’azienda americana abbia cercato di impegnarsi sempre di più per allargare il proprio bacino d’utenza.

Non solo di differenziare l’offerta però si tratta: “Preservare l’ambiente che visitiamo in moto è importante per tutti noi” dichiara sempre Levatich. “Il Project LiveWire è parte del nostro sforzo per proteggere e rinnovare la libertà on the road per le future generazioni. Come azienda che ha vissuto 111 anni di successi, ci piace pensare al nostro ambiente in termini generazionali per i prossimi 111 anni”.

 

Andrea Lombardo

Fonte: Harley-Davidson

 

1 COMMENT

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here