Londra, consegnare con Nissan e-NV200 conviene: ecco quanto

0
530

Fruit-4-London-e-NV200Nella capitale britannica guidare un veicolo elettrico non espone al rischio di rimanere tagliati fuori dal centro città o di dover pagare pesanti dazi, entrambe cose sgradite specie a chi deve spostarsi per lavoro. Avere a disposizione una flotta di veicoli elettrici è, per un’azienda, in primis un motivo di risparmio: a darne dimostrazione, nella miniserie “£2 Challenge” di Nissan, è Fruit4London, una società di consegne specializzata nel settore ortofrutticolo.

In parole povere, per capire cosa cambi rispetto al solito in termini di costi usando il van 100% elettrico del Marchio nipponico, Fruit4London ha documentato una giornata di lavoro nel traffico della capitale inglese.

Punto di partenza, il mercato di New Spitalfields nell’East End a batteria completamente carica: 60 km e 15 consegne più tardi il veicolo, guidato dal direttore della società Laszlo Mulato, è tornato nel deposito aziendale con il 50% di autonomia ancora disponibile.

Fruit4London, basandosi su questa prova, ha così stimato di poter effettuare 3,900 consegne urbane all’anno per un totale di oltre 16,000 km pagando una bolletta di appena 260 sterline, circa 330 euro.

Ulteriori guadagni vengono poi dall’accesso gratuito ai parcheggi ed alle zone a traffico limitato, oltre che da un costo di mantenimento (manutenzione, bolli, etc.) che Nissan stima inferiore a quello dell’NV200 diesel di £1,200 su 4 anni (1,931 euro).

La versione elettrica del van commerciale unisce i pregi di un modello premiato con il Van Of The Year a quelli della Leaf, di cui utilizza motore e pacco batterie: 170 km di autonomia a zero emissioni locali, ricarica dell’80% della batteria in 30 minuti con standard CHAdeMO ed una capacità di carico pari a 4.2 metri cubi e 703 kg ne fanno un veicolo sulla carta ideale per le flotte commerciali.

Nissan è adesso impegnata a convincere le stesse che i vantaggi sono anche reali, tangibili nei costi di utilizzo quotidiano. In questo è decisamente avvantaggiata dalle politiche di alcuni Paesi: il prezzo d’attacco è infatti contenuto per il panorama dei veicoli elettrici (in Italia parte da 20,600 euro mentre in Gran Bretagna da £13,393, circa €17,000; in Germania, invece, costa €23,919) ma in realtà come quella dei Paesi Bassi arriva ad essere talmente incentivato da costare meno del fratello NV200 endotermico.

 

 

 

Andrea Lombardo

Fonte: Nissan

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here