Metti un motore nelle ruote

3
1418

“Che mangia?” “Divora chilometri!”: così recitava lo slogan pubblicitario di un noto carburante decenni addietro. Divorare chilometri, questa la promessa di allora, è la missione anche del Protean’s In-Wheel Electric-Drive Solution, ossia un innovativo sistema di propulsione che sta tutto nelle ruote.

“Immagina”, direbbe la voce di uno spot più attuale, cosa sarebbe la tua auto se non avesse l’ingombro del motore; immagina di utilizzare tutta la potenza disponibile, di non disperderne nemmeno un’inezia; e immagina anche di risparmiare energia.

Questi sono proprio i vantaggi che avere un motore integrato nelle ruote del veicolo porterebbero: molte delle componenti meccaniche oggi indispensabili sparirebbero a beneficio dello spazio per l’abitacolo e della manutenzione, la coppia erogabile, disponibile sin dal primo istante di applicazione come per ogni propulsore elettrico, sarebbe la più elevata a parità di potenza e ci sarebbe un guadagno energetico di un 30% della capacità della batteria.

Ogni ruota, essendo motorizzata, sarebbe in grado di applicare sul suolo 800 Nm di coppia derivanti da una potenza di 81 kW, circa 110 cavalli, a fronte di un peso di 31 kg per unità motore.

Le dimensioni delle ruote rimarrebbero quelle standard, il recupero dell’energia in frenata sarebbe invece ancora ottimizzato, arrivando a convertire l’85% dell’energia cinetica disponibile.

Ne trarrebbe vantaggio anche la manovrabilità del mezzo, poiché ciascun motore, ossia ogni singola ruota, è controllabile indipendentemente dagli altri: un esempio simile lo si è avuto con la citycar basca Hyriko, da noi recensita poco tempo fa, nonchè con la QBEAK di EcoMove (potete approfondire seguendo i link: http://www.veicolielettricinews.it/qbeak-la-citycar-dei-fiordi/ e http://www.veicolielettricinews.it/hiriko-la-citycar-tascabile-o-quasi/).

Ma perché continuare ad usare il condizionale?

La tecnologia In-wheel di Protean esiste ed ha fatto incetta di riconoscimenti in Nord America, Asia ed Europa, coronati dalla vittoria del prestigioso Technology Pioneers Award indetto dal World Economic Forum 2012.

Ultima, non per importanza, la menzione tra le 10 più promettenti tecnologie per il 2013 da parte del magazine Car and Driver, autorevole giornale britannico attivo dai lontani anni ’60.

L’applicazione di questa tecnologia è stata testata dalla Protean Electric, azienda statunitense di base nel Michigan, su diversi modelli di automobili, pick-up e minivan compresi, anche in collaborazione con Brabus, altra società che produce veicoli elettrici partendo da modelli a carburante.

Adesso un investimento da 84 milioni di dollari soffierà a favore della produzione di auto con la tecnologia In-Wheel Electric-Drive in Cina, dove vedranno la luce a breve i primi prototipi.

Che sia una “rivoluzione nella rivoluzione” per il mondo della mobilità elettrica?

 

3 COMMENTS

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here