Mitsubishi Concepts a Ginevra: GR-HEV Sport Utility Truck e CA-MiEV, auto elettriche all’attacco!

1
589

Al mio via, scatenate…il silenzio! Questo è l’ordine perentorio che Mitsubishi vorrebbe che si pronunciasse entro qualche anno: non più strade assordanti per il caos del traffico ed aria ben più lieve e respirabile. Come? Passando dai motori a benzina e gasolio a quelli elettrici.

È in un suo stesso comunicato che l’azienda giapponese afferma: “Per ottenere dei benefici rilevanti per l’ambiente, i veicoli elettrici dovrebbero raggiungere una clientela sempre più ampia grazie ad una gamma completa di vetture a base elettrica, dalle utilitarie ai grandi SUV, ciascuna equipaggiata con una soluzione tecnologica specifica (EV, HEV o PHEV)”.

Tutti i torti non li ha e contestualmente lancia sul piatto due temi: primo, l’elettrico non è certo scoperta recente, tant’è vero che Mitsubishi le ricerche sui veicoli elettrici le ha iniziate nel 1966 (si potrebbero citare, per par condicio tantissime altre Case automobilistiche e motociclistiche che ci lavorano da decenni, da BMW a Piaggio);

secondo, l’obiettivo di coprire il 20% della propria offerta con veicoli a base elettrica entro il 2020 e, a tal proposito, tira fuori dal cilindro due concept che affiancheranno il Nuovo Outlander PHEV all’International Motor Show di Ginevra nel marzo prossimo.

 

Concept Grand Runner HEV

Lo sviluppo di quest’idea si basa sulla logica di espandere la penetrazione dell’elettrico in diversi segmenti di mercato: il primo passo è stato l’Outlander Plug-in Hybrid EV, crossover di segmento D che ha sdoganato il motore elettrico nella sua fascia merceologica.

GR-HEV unisce motore diesel a basse emissioni e propulsore elettrico per un ibrido affidabile, a detta della casa, nonché particolarmente adatto agli impegni quotidiani di un mezzo quasi da lavoro come un pick-up.

Monterà tecnologia Super All Wheel Control (S-AWC) applicata alla 4WD permanente per essere il più stabile possibile e disporre sempre della trazione necessaria: malgrado la robustezza che contraddistingue l’idea di base del veicolo, quindi non propriamente leggero, e la potenza che vuole esprimere su strada, l’obiettivo finale è di non sforare i 149 g/km di emissioni di CO2.

 

CA-MiEV

Mitsubishi innovative Electric Vehicle è il significato dell’acronimo con cui i giapponesi firmano i loro modelli puramente elettrici, quindi da questo secondo concept sappiamo cosa aspettarci.

Anche qui, il programma di base è lo stesso: espandere il campo di utilizzo degli EV anche in Europa (date un’occhiata agli electric truck di VIA Motors, per capirci).

Non trapela moltissimo sulle caratteristiche di questo veicolo: pare più voler fare da portabandiera di una futura gamma di veicoli elettrici compatti che coprano utilizzi urbani come extraurbani.

Ciò che sarebbe più interessante vedere concretizzarsi è l’uso, annunciato, di batterie ad alta densità e minor peso (consultate la nostra sezione Tecnica per avere una panoramica su quanti e quali tipi di batterie si stanno studiando) e sullo studio di un’aerodinamica ancor più efficiente nel far “scivolare via” il veicolo senza far consumare energia più del dovuto: la promessa è di progettare, in questo modo, un’auto elettrica “pura” che percorra 300 km con una carica.

Non c’è che dire, a quel punto si comincerebbe a ragionarci sopra ben più che adesso.

 

1 COMMENT

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here