Moto e scooter elettrici: tante novità al Salone di Milano

0
976
Harley Livewire
Energica EVA
Energica EVA

Eicma – La Fiera di Milano ha dato occasione agli appassionati di toccare con mano alcune interessanti novità nei settori delle moto e degli scooter ad energia elettrica. In questa ultima edizione del Salone, i veicoli ad “impatto zero” hanno avuto una sistemazione più omogenea, con le proposte elettriche distribuite uniformemente nei padiglioni e negli stand. Non più un’area ben delineata bensì un semplice cartello con la scritta “Green Planet” ad indicare come in quel sito trovassero posto una o più proposte ad energia alternativa. Un bel passo avanti rispetto al passato, dove i veicoli elettrici venivano per lo più raccolti in una sezione a sé stante (e, aggiungiamo noi, per certi versi “ghettizzante”) che imponeva al pubblico di visitare esplicitamente quel settore del Salone per conoscere le novità. L’edizione 2014 ha visto invece scooter e moto a batterie perfettamente amalgamati nell’esposizione, consentendo ai curiosi di avvicinarsi, magari anche solo casualmente, e conoscere i dettagli.

EICMA quest’anno ha visto alcune defezioni nel settore della mobilità a “impatto zero”: non si sono visti i costruttori specializzati nel segmento, ovvero le americane Brammo (presente comunque tramite il rivenditore Omt Garage di Varese che ha esposto la nuova Empulse R con cambio a sei marce) e Zero Motorcycles, così come non ha partecipato la casa spagnola Volta Motorcycles. A queste assenze, il segmento risponde però con l’inatteso arrivo di Harley Davidson, che con il progetto LiveWire propone la visione di una moto a zero emissioni che abbandona il classico bicilindrico in favore di un propulsore trifase. Per ora si tratta di un concept, ed è altresì difficile supporre un rapido cambio di rotta dalla tradizionalista Casa americana: questo progetto però è altresì molto importante per il riflesso che potrà avere sull’intera industria, e che sottolinea come il Marchio americano guardi con grande interesse allo sviluppo della mobilità anche fuori dai suoi confini consolidati . Tra i dati tecnici della Harley Davidson LiveWire, sono 55 i kW di potenza (circa 75 CV) promessi dal suo propulsore trifase a induzione, abbinati ad una coppia di 70 Nm, il tutto con un pacco batterie dalla capacità per ora limitata a 7 kWh. La linea è quella di una classica cruiser, anche se non mancano i dettagli decisamente moderni, con luce frontale a LED e strumentazione con schermo LCD.

Il 2015 segnerà la commercializzazione ufficiale di Energica Ego, la supersportiva progettata dalla CRP di Modena, che abbiamo già avuto modo di provare e che è pronta ad affacciarsi nelle vetrine delle concessionarie. Le caratteristiche della sportiva italiana (che abbiamo già provato) parlano di un propulsore sincrono trifase a magneti permanenti Pmac accreditato di 100 kW (134 cavalli) da 4.900 a 10.500 giri e ben 195 Nm di coppia. Al suo fianco, ad inizio 2016 arriverà la Eva, affasciante versione naked che interpreta la medesima base tecnica rivista però in funzione di un impiego più stradale e quindi meno esasperato. Tra le novità di Energica si segnala il grande impegno rivolto alla strutturazione di una rete commerciale incaricata di promuovere le moto sul Territorio: il primo concessionario ufficializzato è Pogliani Moto di Cinisello Balsamo (MI), storico megastore già distributore ufficiale di diversi marchi.

Sempre in tema di moto elettriche, a Milano KTM ha esposto l’intera gamma Freeride E. Oltre alla versione E-XC da Enduro (qui il test), lo stand della Casa austriaca ha visto protagoniste la versione E-SX da cross e E-SM motard. Identico powertrain per tre realizzazioni differenti, già disponibili nelle concessionarie.

A EICMA 2014 gli appassionati hanno potuto constatare come il settore degli scooter elettrici stia conoscendo una crescita esponenziale, con numerose Casa costruttrici e importatori impegnati nella promozione di un modo totalmente differente di vivere la mobilità urbana . Tra le novità si segnala Terra Motors, Azienda giapponese che propone il suo A4000i, scooter contraddistinto da dimensioni contenute, batterie estraibili e 60 km circa di autonomia. Le finiture curate definiscono un veicolo estremamente elegante e concreto che sarà disponibile entro primavera. Il prezzo, per ora indicativo, sarà però elevato: circa 5.500 euro.

Un’altra novità, questa volta tutta italiana, è il prototipo Evai di Italmoto, Marchio di proprietà della romana Italiana Veicoli. Dallo stile estremamente ricercato, Evai si distingue per il design elegante, con il telaio in tubi e le sovrastrutture minimaliste a celare completamente cavi e connessioni. La commercializzazione dovrebbe avvenire entro aprile ad un prezzo inferiore ai 2.000 euro. Un’altra proposta inedita arriva dalla California, con il rivoluzionario Sway: nel dettaglio, si tratta di un veicolo a tre ruote (due anteriori) a metà strada tra uno scooter ed un monopattino, dalle dimensioni estremamente contenute che lasciano supporre una grande praticità nel traffico. Al momento il veicolo Sway non è disponibile nel Vecchio Continente e l’Azienda è alla ricerca di partner europei per avviare una rete distributiva.

 

 

Leslie Scazzola

Questo slideshow richiede JavaScript.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here