Nissan apre all’opzione range extended per una nuova auto elettrica nel 2016

0
870
photo credit: 日産リーフ イルミネーション付エンブレム(オプション) via photopin (license)
photo credit: 日産リーフ イルミネーション付エンブレム(オプション) via photopin (license)
photo credit: 日産リーフ イルミネーション付エンブレム(オプション) via photopin (license)

In Casa Nissan la trazione elettrica, senza “aiuti” di alcun genere, ha portato la Leaf al traguardo attuale delle 200mila unità vendute. I Giapponesi starebbero però pensando di allargare il proprio portfolio con un modello dotato di range extender, ossia di motore termico dedicato alla sola generazione di energia al servizio di quello elettrico.

La notizia, non ufficiale, arriva da Motoring, testata australiana che si dice abbastanza certa che Nissan sia in procinto di introdurre un’auto elettrica che non sarà un’evoluzione della Leaf e dotata di range extender entro il prossimo anno.

Probabilmente si tratterà di un SUV: forse costruita sul pianale del Qashqai, quel che è certo è che non sostituirà la Leaf, che continuerà ad essere prodotta solamente in versione 100% elettrica, come affermato dal responsabile dei veicoli elettrici di Nissan, Yoshi Shimoida.

Sempre a lui sono attribuite le parole che descriverebbero la nuova auto come dotata di un motore termico “deputato alla sola produzione di elettricità”.

Diversi i dati che convergono attorno a questa ipotesi: in passato Nissan aveva destinato le motorizzazioni solo elettriche ai veicoli compatti urbani, predestinando strategicamente l’opzione ibrida plug-in a quelli più grandi; sempre a proposito di ibridi con la spina, l’Alliance Nissan Renault ha lavorato recentemente alla Eolab, berlina compatta pensata per viaggiare più grazie alla trazione elettrica che a quella termica.

Il salto verso la soluzione range extended privilegerebbe ancora una volta la vocazione a bassissime emissioni del Marchio, che potrebbe quindi far entrare in campo un nuovo modello, ben diverso per dimensioni e prestazioni dalla Leaf e dal van commerciale e-NV200, in grado di competere con quelle vetture che oggi si disputano la fascia a lunga percorrenza del mercato degli EV e degli ibridi.

 

Andrea Lombardo

Fonte: GreenCarReports

 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here