Nissan e Enel, insieme per trasformare i veicoli elettrici in vere e proprie centrali mobili

0
529

enelIeri in occasione della XXI Conferenza delle Nazioni Unite sul Cambiamento Climatico (COP21) di Parigi, Nissan e ENEL, seconda utility europea per capacità installata, hanno unito le forze per sviluppare l’innovativo sistema Vehicle-to-Grid che consente ai proprietari di veicoli elettrici e alle aziende che gestiscono grandi flotte di auto elettriche di utilizzare le proprie auto come vere e proprie “centrali mobili” integrate nella rete. Il sistema consente ai proprietari di Nissan LEAF di ricaricare la batteria nelle fasce orarie in cui le tariffe e la domanda di energia sono più basse, per poi usare l’elettricità accumulata o rivenderla alla rete durante le fasce orarie a tariffa più elevata.

«La nostra partnership pioneristica con ENEL vuole rendere l’auto non solo un mezzo di trasporto, ma anche un vettore energetico per alimentare la casa o l’ufficio – ha dichiarato Paul Willcox, Presidente di Nissan Europe.Questo significa che i veicoli elettrici possono ora diventare una parte perfettamente integrata dei sistemi elettrici nazionali di tutta Europa».

L’accordo con il Gruppo ENEL porterà le prime auto grid-integrated in paesi il cui assetto regolamentare è più favorevole. La prima serie di sperimentazioni si svolgerà in Danimarca e Germania, per poi estendersi a Paesi Bassi e altri paesi nordeuropei. Nissan fa anche esempi numerici, partendo dalla Francia, dove sono presenti 38 milioni di veicoli e la capacità di generazione di energia elettrica è di 130 GW; pensando a un futuro in cui tutti i veicoli saranno elettrici o ibridi, l’integrazione nella rete dei veicoli potrebbe generare una centrale elettrica virtuale di 380 GW (tre volte la capacità di generazione di energia di tutta la Francia).

Tale progetto fa parte dell’impegno di Enel e Nissan a sostenere l’intero ecosistema dei veicoli elettrici, ben oltre l’automobile, per offrire nuovi servizi al settore energetico.

L’accordo siglato prevede inoltre la sviluppo di una collaborazione su altre soluzioni innovative, tra cui servizi di gestione energetica usando batterie “second life” e nuove, nonché stazioni di ricarica a cooperative di taxi elettrici.

 

Fonte: Nissan 

 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here