Nissan: il prezzo della Leaf per l’Europa scende di 3.000 euro

1
545

Proprio così: avete sempre sentito ripetere da tutti, informati e meno informati, che le auto elettriche sono care? Nissan decide, con effetto immediato, di ridurre i prezzi della sua pupilla 100% elettrica, la Leaf.

Sul mercato europeo, nella fattispecie, il suo prezzo di fabbrica è stato abbassato di 3.000 euro: adesso la quattro porte da cinque posti della casa giapponese costa in Italia 35.500 euro chiavi in mano.

Incentivi esclusi: l’auspicio di Nissan è infatti che governi nazionali e regionali offrano delle politiche incentivanti per l’acquisto di auto “pulite” da affiancare ad ulteriori strategie di finanziamento locali.

La riduzione del prezzo riguarda quindi le Leaf che già sono presenti negli showroom ed anticipa l’arrivo, programmato per metà anno, della nuova versione della vettura, in molti paesi, come gli Stati Uniti ad esempio, preannunciata come sensibilmente più economica dell’attuale generazione.

Perché acquistare un’auto elettrica e, nello specifico, una Leaf? Ricapitoliamone le principali caratteristiche.

100% elettrica, va da sé che non inquina: le emissioni sono inesistenti. Il motore che trovate sotto il cofano della Leaf è un Nissan elettrico da 80 kW di potenza a trazione anteriore: la coppia è di 280 Nm e, vale la pena ricordarlo, con i motori elettrici la coppia è disponibile sin dal primo secondo.

Non seconda per importanza è poi la batteria agli ioni di litio che provvede all’energia necessaria per muovere la macchina.

Traducendo il tutto in prestazioni, avrete una velocità massima di circa 150 km/h con un’autonomia di 175 km, secondo l’omologazione del New European Driving Cycle, meglio noto come NEDC.

I tempi di ricarica si attestano invece sulle 8 ore se utilizzate la rete elettrica domestica ma si riducono drasticamente servendosi delle stazioni di ricarica rapida: per l’80% della carica occorrono 15 minuti se partite da un 30% residuo, mezz’ora se eravate completamente scarichi.

Tra le dotazioni della Nissan Leaf ricordiamo il sistema di navigazione satellitare con Carwings integrato, il sistema di controllo delle impostazioni del clima telematico come anche la possibilità di monitorare da remoto, tramite smartphone, il processo di ricarica.

Funzionalità di ricarica rapida, retrocamera per il parcheggio, Intelligent Key per l’apertura, fari a LED e connettività Bluetooth fanno parte dello standard Leaf, mentre le 5 stelle Euro NCAP certificano l’elevata affidabilità del mezzo.

Per farvi un’idea “sul campo” di cosa voglia dire guidarne una vi rimandiamo alla nostra prova su strada di una Leaf di prima generazione.

Lo sprone per l’acquirente viene poi da quanto nell’immediato non è visibile: il risparmio nella gestione di un veicolo elettrico, poco oneroso per la manutenzione, e una serie di agevolazioni pratiche come il non pagare i parcheggi nei centri città, l’accesso alle ZTL e, in alcuni paesi, il transito libero sulle corsie preferenziali.

Nissan punta molto sulla mobilità elettrica: con la nominee ad auto dell’anno 2011 in Europa, Giappone e nel mondo e forte delle 50.000 unità vendute, vuole diffondere la convinzione che l’elettrico non rappresenti il futuro bensì il presente dell’automobilismo.

Grazie alla ramificazione delle reti di ricarica, questo diventerà sempre più vero: in Italia si attende la prima mossa su scala nazionale dei colossi Enel ed Eni, mentre in Europa le stazioni di ricarica rapida CHAdeMO, compatibili con il sistema Leaf, sono già 600.

 

 Per approfondire puoi consultare anche: la video prova della Nissan Leaf, l’articolo sulla manutenzione degli EV e l’intesa per una rete di ricarica nazionale in Italia.

1 COMMENT

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here