Nissan: nuovi impianti di produzione e 15 nuovi modelli ibridi entro il 2016

2
477

15 nuovi ibridi, una nuova Leaf ed uno stabilimento per produrre sempre più batterie: Nissan va così all’assalto del futuro.

Entro il 2016 il piano dei giapponesi prevede la realizzazione di nuove vetture ibride basate sullo sviluppo di una nuova motorizzazione in parte rivelata nei prototipi Hybrid sotto marchio Infiniti.

Nissan monta due motorizzazioni ibride sulle sue vetture entrambe basate sullo stesso schema: il motore elettrico è posizionato tra propulsore endotermico e trasmissione ed un esempio è la M35h Hybrid di Infiniti che ha in dote la versione più potente da 50 kW (67 cv) ed è per questo accreditata dalla casa come la sport sedan più prestante sul mercato.

In realtà il futuro comprenderebbe un’evoluzione verso un sistema più compatto integrato nel powertrain a trazione anteriore dove un particolarmente spinto 4 cilindri di 2.5 litri di cilindrata e 240 cv interagirebbe con un propulsore elettrico da 25 kW, cioè 34 cv, sfruttando una trasmissione variabile (Continuously Variable Transmission).

Il crossover di lusso Infiniti JX Hybrid di prossima commercializzazione almeno negli Stati Uniti ne sarebbe un esempio (potete leggere anche l’articolo relativo http://www.veicolielettricinews.it/il-futuro-dellibrido-tende-allinfiniti/).

Sul versante elettrico sono attesi invece il rinnovamento 2013 della Leaf e la venuta del van commerciale e-NV200 e della berlina Infinti LE.

La Leaf in particolare è stata rivelata in una nuova versione per il mercato giapponese: non è dato sapersi quanto di questo modello verrà proposto al di fuori dell’arcipelago nipponico.

Quello che è più interessante è che questo modello rappresenta una variante meno accessoriata ma ugualmente performante delle Leaf viste fin’ora: il risultato porta così ad un prezzo inferiore e quindi più competitivo.

Non è però detto che questa versione venga esportata anche su altri mercati: negli Stati Uniti sicuramente lo sperano, specialmente dopo che Nissan ha aperto un nuovo impianto di produzione a Smyrna nel Tennessee.

Nel nuovo stabilimento possono essere prodotte 150.000 auto e 200.000 batterie agli ioni di litio per anno: un chiaro intento di incrementare produzione e vendite che, per la Leaf soltanto, si attestano sui 46.000 esemplari venduti, dei quali 18.000 sul suolo americano.

Nissan possiede altri due impianti per la produzione delle batterie che monta sui suoi veicoli: uno si trova in Giappone e l’altro nel Regno Unito, entrambe con regime di produzione massimo di 50.000 unità annue.

È lecito pensare che i giapponesi si aspettino una notevole crescita della loro quota di mercato negli U.S.A.: speriamo che anche l’Europa si rivolga sempre più alle potenzialità della mobilità elettrica, anche per trovare nuovi settori d’impiego.

 

2 COMMENTS

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here