Nissan spinge sui veicoli elettrici: ricarica gratis in 25 mercati americani, super incentivi in Francia

0
551

Nissan bonus ecologico Normandia Quando vi dicono che i veicoli elettrici sono cari, rispondete: “dipende da dove vivi”. Perché, ad esempio, i fortunati abitanti del dipartimento francese dell’Alta Normandia possono acquistare il van elettrico e-NV200 di Nissan a meno di 7,000 euro. Oppure, nei prossimi mesi in ben 25 mercati chiave degli Stati Uniti fare il pieno di energia non costerà nulla presso tutta l’infrastruttura pubblica convenzionata.

Nissan ha deciso di non starsene con le mani in mano e, fresca di lancio del suo furgone a trazione 100% elettrica, ha deciso di applicare una formula scontata in Alta Normandia: in abbinamento con gli incentivi offerti dalla regione francese (€5,000+€6,300 statli), porta il prezzo di partenza dell’e-NV200 a 6,890 euro pacco batterie escluso (offerto in leasing tra gli €73 e €101 mensili a seconda dei chilometraggi previsti).

In generale, l’Alta Normandia e Nissan hanno fissato a 11,300 euro il bonus ecologico per l’acquisto di un veicolo della gamma a zero emissioni giapponese.

Naturalmente, è possibile che altre regioni della Francia, generalmente pro veicoli elettrici anche per via della produzione interna di elettricità tramite il nucleare, adottino simili schemi di incentivi in aggiunta agli sconti della Casa.

Esistono però anche altri metodi per spingere a crescere il mercato dei veicoli elettrici: uno di questi è regalare un anno di ricariche pubbliche.

Sulla scia dei buoni risultati conseguiti in Texas, dove il piano No Charge To Charge (“Nessun Ricarico Per Ricaricare”) pare abbia addirittura triplicato le vendite della berlina elettrica Leaf, la possibilità di effettuare mezz’ora di ricarica presso stazioni rapide CHAdeMO ed un’ora da prese Level 2 quotidiane gratis per 365 giorni dall’acquisto dell’auto sarà estesa a 25 mercati negli USA.

Se un’ora di ricarica Level 2 fa beneficiare di una trentina di km di autonomia, niente di eccezionale per quanto a costo zero, 30 minuti attaccati ad una presa CHAdeMO pompano nella batteria di una Nissan Leaf quasi tutta l’energia che può accumulare.

Normalmente, come riporta il direttore delle strategie e dello sviluppo infrastrutturale del comparto Nissan Electric Vehicles negli States Brendan Jones, gli utenti si recano presso i distributori di elettricità rapidi con, in media, il 35-40% dell’autonomia residua, fermandosi non più di 17 minuti.

Con mezz’ora quotidiana a disposizione Nissan è quindi certa di rispondere alle esigenze dei suoi guidatori a zero emissioni.

I primi che potranno acquistare una Leaf usufruendo della EZ-Charge Card, compatibile con i principali network di ricarica nazionali, saranno i cittadini di San Francisco, Sacramento, San Diego, Seattle, Portland, Nashville, Phoenix, Dallas-Fort Worth, Houston e Washington. Entro l’estate sarà completato l’elenco delle città toccate dall’iniziativa, probabilmente comprensivo di località quali Atlanta, Philadelphia e Chicago.

Insomma, paese che vai, incentivi che trovi.

 

 

Andrea Lombardo

Fonti: Nissan via AutoblogGreen, Nissan France

 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here