Olympia Energy 3 (TEST+VIDEO)

0
1163

aperturaIn questi anni Olympia ha creato un nuovo modo di interpretare la bicicletta, creando uno stile molto “trendy”, sinonimo di libertà e movimento. Una concezione di mobilità che ha trovato una sua precisa collocazione nell’ambiente in cui viviamo, stimolando nell’utente una rinnovata voglia di pedalare

Mi sono bastati un paio di accorgimenti per trovare il set up ideale e partire “leggero” alla scoperta della Energy 3 di Olympia. La posizione di guida, scelta volutamente alta, mi ha permesso di dominare le traiettorie dello sterzo con estrema facilità. La piega manubrio alloggiata sull’attacco in alluminio regolabile in altezza, è dotata di comode manopole ergonomiche in morbida gomma.

I comandi sono facilmente raggiungibili: appositamente collocati vicino alle mani per renderne agevole l’utilizzo. Sulla sinistra è posizionato un essenziale dispositivo con l’indicazione di carica batteria, la regolazione della potenza su 3 livelli tramite dei pulsanti luminosi e la funzione, sempre a pulsante, ON/OFF. Sul lato destro del manubrio, invece, sono installati il campanello (molto originale ma, purtroppo, un pochino debole come segnalatore acustico) e la levetta del cambio manuale Shimano Altus a 7 rapporti.

Quest’ultimo componente, preciso nell’inserimento delle marce, mi ha permesso, di utilizzare in pieno la rotondità della pedalata sfruttando il contributo di spinta del silenzioso motore Brushless da 250 watt montato sulla ruota posteriore. Comodamente seduto in sella è stata sufficiente una leggera spinta sui pedali, senza accusare la minima fatica, per variare la potenza del motore e ottimizzarne le generose prestazioni.

Bastano questi semplici dati – se prendiamo in considerazione che in un centro urbano trafficato la velocità media delle macchine è di circa 15 km/h – per fare emergere la maneggevolezza e la praticità della Energy 3, che con la sua velocità massima di 25 km/h (imposta per legge) si distingue anche per i cerchi da 28” che ne rendono il passo veloce e scorrevole.

 

Leggi l’articolo, scaricalo sui tuoi computer e tablet in PDF e condividilo con i tuoi amici sui social network: puoi, basta un click ed è GRATIS!

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here