Oslo-Trondheim in Tesla Model S: 375 km a -6 gradi con una singola carica

0
707
Winter Trip percorso

Winter tripSulle prestazioni delle auto elettriche in inverno, a basse temperature, si parla spesso in termini negativi ma purtroppo senza un’esperienza diretta. Sarà dunque così vero che le batterie si trasformano in un’inutile zavorra? Ecco la risposta di un Norvegese, proprietario di una Tesla Model S Performance, che ha documentato su Youtube la sua piccola impresa: andare da Oslo a Trondheim con la sua auto a zero emissioni nel pieno inverno scandinavo.

Dicembre, in Norvegia, vuole dire temperature costantemente sotto zero: quando Bjørn, così si chiama il protagonista del video, ha affrontato il viaggio il termometro segnava mediamente -6 gradi Celsius.

L’intero road trip norvegese (Oslo-Trondheim- Molde e ritorno) ha coperto 1270 km ed ha incontrato sul suo cammino due stazioni del Supercharger Network del quale il Paese gode già, una nella famosa località di Lillehammer: nel filmato Bjørn dimostra, di sua spontanea volontà, come sia possibile viaggiare per oltre 300 km con una sola ricarica in auto elettrica e senza dover indossare una tuta da sci invece che ricorrere al riscaldamento.

I Norvegesi saranno sì temprati ma stare al volante in maniche corte per tutti quei chilometri un po’ di brividi li metterebbe se l’abitacolo fosse proprio a temperatura ambiente e questo sfata in parte quanto riportato anche in precedenti articoli, sebbene non tutti gli EV siano paragonabili alla Model S.

Questo test invernale della lussuosa berlina elettrica (costa, lo ricordiamo, a partire dai 70,000 euro e offre finiture e comfort superiori a Winter Trip percorsosvariati top di gamma concorrenti) si è concluso oltremodo bene: malgrado le rigide temperature Bjørn ha percorso, nella tappa fra Dombas, Molde e Trondheim, 375 km con una sola ricarica ed alla velocità media di 74 km/h, fermandosi per altro 41 km prima di esaurire l’autonomia.

Per altro non ha nemmeno viaggiato solo: con lui, fra andata e ritorno, vari bagagli, un televisore piatto ed un gattino di tre mesi, animale che certo non ama viaggiare al freddo.

Nel video è anche interessante vedere lo spaccato di vita quotidiana con un’auto elettrica, come per esempio la sosta per la ricarica, coincidente con uno spuntino al fast food, il controllo della vettura, temperatura dell’abitacolo compresa, via app sullo smartphone e i problemi che Bjørn si pone nel caricare la macchina di bagagli che ne aumenterebbero troppo il peso e ridurrebbero l’autonomia.

Non vi sfuggirà nemmeno che il nostro amico pagherà solo 28 corone per sé stesso e non le 71 previste per il passaggio in traghetto per qualsiasi auto convenzionale, questo proprio come forma di incentivo verso le auto elettriche.

Sulla via del ritorno non mancherà neppure l’imprevisto che lo costringerà a cambiare tragitto e a dover saltare una tappa al Supercharger Network: guardando il video vedrete come, neve, bagagli (alla fine infilati dovunque vi fosse spazio) e ricariche non impediranno all’auto di fare il suo dovere.

E a Bjørn di continuare a guidare in maniche corte.

 

 

Andrea Lombardo

Fonte: Bjørn Nylan on YouTube

[media url=”http://www.youtube.com/watch?v=yIUwLv5yTsU#t=517″ width=”450″ height=”350″ jwplayer=”controlbar=bottom”]

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here