Oto Cycles: ebike vintage made in Barcellona

0
1536
Otor - Credit: Oto Cycle
Otor - Credit: Oto Cycle
Otok - Credit: Oto Cycle
Otok – Credit: Oto Cycle

Se cercate una bici elettrica davvero personale, una scoperta piacevole potrebbe arrivare dalla Catalogna: proprio a Barcellona esiste un’impresa artigiana, Oto Cycle, che, forte della passione per le forme retrò, propone bici elettriche che sembrano cavalcare la storia delle due ruote.

Oto Cycle produce a mano i suoi modelli, tutti unici ma al contempo facilmente identificabili dal design, vero punto di forza di queste bici elettriche.

Otok e Otor sono i nomi delle due serie di ebike che richiamano in tutto e per tutto l’aspetto delle prime motociclette, secondo un trend che ultimamente sta sempre più dilagando nel mondo della pedalata assistita.

Tubolari arcuati per i telai, vani porta batterie che ricordano i serbatoi delle foto in bianco e nero scattate a bordo strada negli anni Cinquanta: le Oto Cycle fanno l’occhiolino agli appassionati di motociclette d’epoca ma non trascurano dettagli da intenditori dei pedali, quali le selle inglesi Brooks.

Le ruote da 24” bianco cerchiate rientrano ancora nell’old stile mentre alluminio, batteria e motori elettrici brushless fanno da ponte verso la modernità: la velocità massima è di 25 km/h, come da legge sulla pedalata assistita, e l’autonomia arriva alla sessantina di km.

La trazione elettrica è posteriore, la potenza erogata dai motori è di 250 W mentre le batterie usano la formula LiNiCoMn, sono da 36 V e usano celle Samsung. Disponibile anche una funzione Start and Go che accompagna il conducente sino ai 6 km/h senza pedalare ed un monitor LCD sul manubrio, elemento ormai immancabile su ogni ebike.

Opzionalmente sono disponibili anche motori da 500 W ma qui di pedalata assistita non si può più parlare, uscendo dai limiti di velocità tipici della categoria.

Interessante invece la possibilità di avere il terzo modello prodotto, Retrov, dall’aspetto più classicamente di “bicicletta” nuda e cruda, nella versione non elettrica con kit per eseguire il retrofit in un secondo momento.

L’artigianalità di queste bici elettriche fa sì che i prezzi non siano entry level e partano dai 3,700 euro: vanno a battersi con altre simili proposte che fanno la gioia di quanti non guardano alla pedalata assistita con diffidenza ma allo stesso tempo adorano il fascino del passato, come le Caterham o le Lampociclo di cui parlammo in precedenti post.

 

Andrea Lombardo

Fonte: Oto Cycle via CleanTechnica

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here