Peugeot Fractal electric car concept, uno sguardo sul futuro del leone francese

0
474
peugeot-fractal-concept-2015-frankfurt-auto-show_100524969_h
peugeot-fractal-concept-2015-frankfurt-auto-show_100524972_h
peugeot-fractal-concept-2015-frankfurt-auto-show_100524982_h
peugeot-fractal-concept-2015-frankfurt-auto-show_100524985_h
peugeot-fractal-concept-2015-frankfurt-auto-show_100524986_h

Per il prossimo Salone in terra tedesca, quello di Francoforte, le quattro ruote francesi, sponda Peugeot, hanno in serbo una sorpresa che, sì, è anche elettrica.

Si sa, i concept, come il Peugeot Fractal, a volte non sono indicativi di quanto arriverà sulle strade in quanto troppo sbilanciati verso un futuro immaginario: l’e-car francese, sebbene non paia essere candidata a divenire parte della gamma del leone rampante, dimostra molto probabilmente un campionario delle tecnologie che, loro sì, sono destinate ad essere inserite sui modelli futuri.

Tre su tutte: propulsione elettrica, stampa 3D per la carrozzeria ed un nuovo sound-system.

Peugeot Fractal consta di una carrozzeria due porte con un tettuccio removibile ed un powertrain 100% elettrico: due i motori elettrici da 102 cavalli, uno per asse, gestiti separatamente in modo da meglio assorbire la distribuzione dei carichi in fase di accelerazione.

Il propulsore posteriore, infatti, si occupa di muovere l’auto a basse velocità, mentre l’anteriore entra in funzione solo ad alte velocità; Peugeot dichiara l’accelerazione da 0 a 100 km/h in 6.8 secondi per la sua Fractal, che ha un peso di 998 kg.

Al baricentro basso della vettura contribuisce il posizionamento del pacco batterie da 30 kWh nel tunnel centrale del pianale.

Tuttavia la Casa transalpina pare essersi concentrata più sugli interni della vettura che sulle caratteristiche meccaniche: l’introduzione della stampa 3D nel processo di produzione delle pannellature dell’abitacolo è infatti massiccia, con l’80% delle componenti realizzate con questa tecnologia.

Altra innovazione che coinvolge le componenti interne della Peugeot Fractal è la loro funzione di trasmissione dei bassi dell’impianto audio: il “tactile bass system” sviluppato dalla start up americana SUBPAC permette infatti alle vibrazioni delle frequenze più basse di propagarsi nel corpo stesso degli occupanti, sfruttando come cassa di trasmissione i sedili.

Il risultato, secondo i Francesi, è un’esperienza uditiva avvolgente e fisica, senza possibili interferenze dall’esterno.

Il “9.1.2” surround-sound system introdotto da Peugeot promette di avere altre sorprese in serbo, come l’anticipata “sound signature”, sorta di sigla musicale che accoglie il conducente al momento dell’apertura dell’auto, operazione fattibile per altro tramite app su smartwatch.

Molte funzioni della Fractal sono poi controllabili dall’immancabile schermo touch-screen da 7.7 pollici.

Peugeot non ha piani commerciali espliciti riguardo alla Fractal, che però dona alla futura gamma del Marchio un nuovo spolvero, più elettrico e tecnologico: intanto, il concept sarà presentato al Salone di Francoforte 2015, in programma a partire dal 15 Settembre prossimo.

 

 

 

Andrea Lombardo

Fonte: GreenCarReports

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here