Platypus, sottomarino elettrico per le vacanze

0
884
Credit: platypuscraft.com
Credit: platypuscraft.com
Credit: platypuscraft.com
Credit: platypuscraft.com

A prima vista sembra un normale trimarano da diporto ma basterà distrarsi un attimo per perdere di vista i passeggeri del Platypus, sottomarino elettrico per vocazione.

Il natante è unico nel suo genere: si comanda cavalcando lo scafo centrale che, a debito comando, può abbassarsi sotto al pelo dell’acqua sino ad immergere completamente pilota e passeggeri, aggrappati alle rispettive cloche.

Un motore elettrico Torqeedo ed una batteria agli ioni di litio da 10 kWh permettono al Platypus di navigare per 55.5 km circa alla velocità media di 5 nodi, con uno sprint sino ai 10 nodi: in immersione la batteria dimezza le sue capacità per via della maggior resistenza da superare, consentendo circa 4 ore di autonomia in una media di immersione-emersione equilibrata.

Quanto basta per spassarsela fra i flutti esplorando il mondo sottomarino: l’immersione avviene grazie a due pistoni ad aria compressa che spingono 2 metri sott’acqua lo scafo che ospita i due seggiolini per pilota e passeggeri, mentre le ali esterne del Platypus rimangono a galla. Nella modalità di navigazione emersa, si prova invece la sensazione di “volare” sull’acqua grazie alla postura leggermente sopraelevata.

L’unica cosa che occorre portarsi da casa è una muta, mentre all’ossigeno pensa sempre il Platypus grazie ad un serbatoio integrato cui ci si può allacciare durante le esplorazioni subacquee.

Al momento il prototipo del sottomarino elettrico è omologato per gli specchi d’acqua chiusi alla navigazione ma sarà messo in vendita con una piena omologazione e sarà dotato anche una gabbia di protezione opzionale che interesserà quanti frequentino mari popolati da squali.

Lo sviluppo del Platypus sottomarino elettrico iniziò nel 2011 e a Settembre di quest’anno i suoi padri François-Alexandre Bertrand, ideatore, e Rachida Ettarfaoui, project manager, hanno iniziato i test definitivi a St. Tropez e sperano di dare una veste definitiva al Platypus entro Aprile 2014, con un prezzo di 50,000 euro (45,000 nella versione con motori a combustione).

Com’è logico che sia, rimarrà un giocattolo per pochi ma ha delle buone prospettive nel campo delle esplorazioni subacquee per turisti, una delle principali fonti di inquinamento delle coste più belle del mondo.

 

 

Andrea Lombardo

Fonte: Platypus

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here