Sempre più spazio per le auto ibride al Salone di Ginevra / 1

1
602
QUANTiNO

Il primo Salone dell’auto che si tiene in Europa non ha fatto vedere grandi novità a livello di auto elettriche pure, ma diversi concept interessanti e tante ibride oltre a piccoli sviluppi di tutto quello che ruota attorno a questo nuovo tipo di mobilità con il quale il mondo intero si confronta, a volte con scetticismo e a volte con convinzione.

Ma questo non deve trarre in inganno… perché, nel mondo attuale, lo sviluppo procede a piccoli passi e quindi sono molto importanti le nuove applicazioni di bordo e a terra, le colonnine di ricarica di ultima generazione per non parlare degli aspetti politici ed urbanistici che vanno ben oltre il Salone di Ginevra. Questo significa semplicemente che lo sviluppo viene fatto su basi solide… ed è questo che interessa in modo particolare tutti coloro che usano le auto elettriche oppure coloro che le useranno in futuro. Vediamo di seguito, casa per casa, le novità presentate al Salone di Ginevra 2015.

 

Nissan presenta la e-NV200 Evalia a sette posti

Il “tour” delle news per quanto riguarda le auto elettriche del Salone di Ginevra ci porta a Nissan, che ha presentato la nuova e-NV200 Evalia a sette posti.

e-NV200 Evalia a sette posti è configurata con due sedili anteriori, tre centrali e due posteriori. La seconda e la terza fila possono essere abbattute per ampliare lo spazio di carico, rendendo la nuova variante un veicolo estremamente flessibile per l’uso commerciale e privato.

Il nuovo modello è disponibile con sistema di ricarica rapida CHAdeMO, che permette di accedere al sistema di ricarica rapida più installato oggi in Europa, che conta 1500 punti d’accesso.

La nuova versione di e-NV200 è stata affiancata sul palco di Ginevra da una speciale edizione di Nissan LEAF, che ha appena festeggiato un record di vendite nel 2014, in aumento del 33%. Per celebrare il quarto anno come l’auto interamente elettrica più venduta globalmente e in Europa, l’edizione limitata presentava ruote da 17″ dal design accattivante e dotazioni standard aggiuntive.

 

Aston Martin: un concept venuto dal futuro

Aston Martin DBX Concept ridefinisce il segmento di lusso GT per il 21esimo secolo e la prima Aston Martin con motori elettrici su ciascuna ruota e trazione integrale completamente elettrica è stata presentata sul palcoscenico di Ginevra.

Svelando il concept, il CEO Aston Martin Andy Palmer ha dichiarato: «Il DBX Concept è una sfida allo status quo esistente nel segmento alto di lusso GT. Esso prevede un mondo, forse un mondo non troppo lontano, in cui il viaggio con la GT di lusso non è solo elegante e lussuoso, ma anche più pratico, più rispettoso dell’ambiente e più familiare».

 

Rinspeed: l’auto che si guida da sola

La visione di guida autonoma diventerà presto realtà e cambierà radicalmente l’interazione tra uomo e automobili. Nel nuovo concept car “Budii” uscito dalla mente di Frank M. Rinderknecht, la macchina raggiunge letteralmente l’uomo: se gli occupanti del veicolo elettrico a guida autonoma hanno voglia di guidare, un braccio robotico consegna il volante al passeggero anteriore, trasferendo il comando se lo desidera. In teoria, ci saranno infinite possibilità di regolazioni possibili grazie alla tecnologia unica e multi-ridondante “steer-by-wire”.

 

ItalDesign Giugiaro: la sportiva a guida autonoma

In anteprima mondiale, Italdesign Giugiaro presenta il concept GEA, il futuro della mobilità di lusso.

Il progetto Gea è basato sulla tecnologia ”Piloted Driving” e sui suoi sviluppi per il futuro: il progresso tecnologico, che consentirà all’auto di guidare via via in maniera autonoma, porterà ad una nuova idea di automobile. Il baricentro concettuale si sposta idealmente dal posto del guidatore, attorno al quale viene sviluppata solitamente la filosofia architettonica ed ergonomica dell’automobile, a quello dei passeggeri dei sedili posteriori.

GEA non rinuncia alle prestazioni sportive, garantite da un powertrain che eroga, grazie ai quattro motori elettrici posizionati sui differenziali, una potenza di 570 kW e consente una velocità massima di 250 km/h. Con le sue dimensioni generose – 5,37 metri di lunghezza, un passo di 3,33 metri, 1,98 m di larghezza e 1,46 di altezza – GEA si inserisce nel segmento delle berline di lusso.

GEA è stata disegnata, progettata e costruita nella sede di Italdesign Giugiaro a Moncalieri. GEA ha un’anima sportiva, evidenziata dalle superfici filanti e dagli ampi muscoli sui passaruota, che ne sottolineano l’imponenza delle dimensioni. Gli elementi utilizzati per telaio e scocca – alluminio, fibra di carbonio e magnesio – garantiscono comunque un peso poco oltre i 2.000 kg.

 

Quantino di nanoFlowcell: oltre mille km con le nanoFlowcell

Il concetto di propulsione innovativo che comprende il sistema a bassa tensione e le nanoFlowcell permette al concept QUANTiNO di raggiungere un’autonomia di oltre mille chilometri, secondo le dichiarazioni ufficiali del costruttore.

I sistemi a bassa tensione sono un connubio ideale per le nanoFlowcell che secondo loro permetterebbero di generare livelli di potenza nell’auto che prima sembravano impossibili.

Questo concetto rappresenta una vera alternativa per la mobilità elettrica del futuro, con auto di potenza eccezionale ed elevata autonomia.

Con i suoi due serbatoi da 175 litri, QUANTiNO è in grado di trasportare 350 litri di liquido ionico in un serbatoio con una carica positiva ed un’altro con una carica negativa. Il processo di rifornimento è simile alla procedura che oggi è consuetudine, la sola differenza che i due serbatoi sono riempiti contemporaneamente, ciascuna con un fluido diverso.

 

Honda ad idrogeno e supercar ibrida

Per la prima volta in Europa, anche il modello NSX di serie è stato presente a Ginevra, 25 anni dopo l’originale NSX che sfidò le convenzioni nel segmento delle super car. Alimentata da un innovativo gruppo propulsore ibrido V6, la nuovissima NSX è stata creata per offrire una ‘‘nuova esperienza sportiva’’ con l’attenzione rivolta a “prestazioni improntate alla precisione”, che rappresentano la massima espressione del prestigio di Honda.

Lo sviluppo di NSX è partito da un semplice foglio bianco e ha richiesto quasi tre anni di intenso lavoro da parte di un team di design e di progettazione globale guidato dagli ingegneri del centro di sviluppo Honda di Raymond, in Ohio.

 

Clicca qui e guarda le altre novità del Salone di Ginevra 2015

 

1 COMMENT

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here