Prime monoposto elettriche ai team della Formula E nella nuova casa di Donington Park

0
454
Prime monoposto elettriche ai team della Formula E nella nuova casa di Donington Park
Prime monoposto elettriche ai team della Formula E nella nuova casa di Donington Park
Prime monoposto elettriche ai team della Formula E nella nuova casa di Donington Park

Adesso si può fare sul serio: le scuderie iscritte al campionato FIA Formula E hanno ricevuto la loro prima monoposto a propulsione elettrica e nei prossimi appuntamenti inizieranno i test in pista.

La consegna delle 10 monoposto, una per team, è stata effettuata Venerdì 16 Maggio scorso a Donington Park, in concomitanza con un altro evento importante per la nascente Formula E. Presso lo storico circuito britannico è stata infatti aperta un’infrastruttura dedicata alla nuova categoria, ben 4,000 metri quadrati di uffici che saranno sede amministrativa della Formula E Holding e delle scuderie iscritte.

Sempre Donington Park sarà poi teatro delle prime prove libere delle squadre, in programma a breve ed aperte al pubblico: in quell’occasione i piloti designati dalle diverse scuderie (al momento Virgin Racing è l’unica ad aver già messo sotto contratto i suoi due alfieri, uno dei quali è l’ex F1 Jaime Alguersuari) porteranno fuori dai box la monoposto ricevuta.

Le auto con cui correranno i team nel primo campionato di F-e saranno identiche per tutti: lo sviluppo della prima monoposto omologata secondo i criteri FIA è stato affidato alla società francese Spark Racing Technologies, che nel 2010 aveva già messo a punto una vettura elettrica basata sulle Formula 3000. L’aggiunta di Renault come co-sviluppatrice e la nascita di un consorzio che riunisce Williams, McLaren, Michelin e Dallara per la costruzione dei singoli componenti hanno portato alla realizzazione di un’auto “campione”.

Dalla seconda stagione le scuderie che lo desiderano potranno portare avanti lo sviluppo in proprio: lo sforzo iniziale sorretto dalla FIA e da Formula E Holding era necessario per assorbire costi altrimenti insostenibili per le singole scuderie e per mettere assieme il meglio dell’ingegneria automobilistica con il diretto coinvolgimento degli storici nomi di Formula Uno.

Nei prossimi mesi le 10 squadre della F-e riceveranno anche la seconda monoposto, come da contratto.

Intanto la FEH si irrobustisce sempre più, facendo capire che l’impegno della stessa FIA non è marginale: la sede di Donington Park ospiterà 150 dipendenti ed è frutto di un cantiere durato 14 settimane.

Dal lancio della nuova categoria automobilistica nel 2013 sono stati fatti passi da gigante, grazie anche all’interessamento di molti dei grandi nomi dell’automobilismo. La Formula E, con i suoi e-Prix urbani programmati in Asia, America ed Europa, si propone come un notevole palcoscenico per le nuove tecnologie delle quattro ruote, che sempre hanno sfruttato le corse per mettere a punto le innovazioni destinate alla produzione di serie.

 

 

Andrea Lombardo

Fonte: FIA Formula E

 

 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here