Salone di Ginevra – Toyota i-ROAD: 3 ruote, un motore elettrico e tutta l’agilità per muoverti che ti serve!

6
1898
Toyota i-Road

Toyota i-RoadLa prima release di Toyota sul suo nuovo e fantomatico concept, l’i-ROAD, incentrato sul concetto di mobilità personale – tant’è vero che è definito Personal Mobility Vehicle – non aveva lasciato intuire granchè della sua reale natura, facendo pensare ad una risposta a veicoli elettrici come Twizy di Renault o il cugino NMC di Nissan.

Invece, può sì competere con questi due quadricicli leggeri elettrici, ma mettendo in campo caratteristiche davvero diverse e personali.

Il modo di muoversi di i-ROAD è letteralmente difficile da immaginare finchè non lo si vede in azione: tanta agilità coniugata ad un mezzo coperto che non sia un due ruote è quasi inconcepibile.

Andiamo con ordine. i-ROAD innanzitutto è un tre ruote, due anteriori ed una posteriore, e questo già lo rende particolare sebbene nella storia dell’auto già si siano visti esperimenti del genere.

È elettrico, quindi silenziosissimo e con molta grinta a disposizione, caratteristica dei motori elettrici; è coperto, ha due posti in fila ed ha una portiera per lato con solo lo spazio del finestrino che rimane aperto, come per i Twizy.

Con 850 mm di larghezza, 2,35 metri di lunghezza ed un passo di 1,7 metri è perfettamente allineato con le dimensioni di un maxi scooter o di una moto e questo già basterebbe per garantirgli una grande agilità, unitamente al comfort di avere un tettuccio ed una protezione laterale: ma non basta.

Toyota i-ROAD lascia a bocca aperta quando lo si vede in azione: fa retromarcia, come un’auto, per sfilarsi dal parcheggio e poi – via! – si lancia nel silenzio più completo nello slalom cittadino: e proprio di slalom si tratta. I-ROAD infatti piega in curva come una moto: ondeggia attorno al suo asse come in una danza fatta di movimenti fluidi; stupefacente è il sistema “Active Lean” che fa inclinare automaticamente le singole ruote in curva, assecondandone l’angolazione e la velocità con cui è stata affrontata.

L’effetto visivo è lo stesso che si ha osservando uno sciatore mentre si appoggia col peso su una gamba per stringere la traiettoria vicino alle bandierine: sembra quasi accovacciarsi su un lato per spostare il baricentro e non perdere stabilità e così fa il Toyota i-ROAD.

Addirittura, sembra che la ruota posteriore “scivoli”, perda aderenza e schizzi via verso l’esterno della traiettoria curva: invece non è mai così, si tratta solo di un’illusione.

 

Dal punto di vista tecnico, i-ROAD ha una trasmissione totalmente elettrica, quindi ad emissioni zero, il motore Toyota, o meglio, i motori, dal momento che sono due posizionati fra le ruote anteriori, hanno 2 kW di potenza l’uno e l’autonomia garantita dalla batteria agli ioni di litio è di 50 km (a 30 km/h) con una carica.

La ricarica si effettua da presa domestica in 3 ore.

La tecnologia “Active Lean” studiata per l’i-ROAD è il vero punto in più di questo veicolo elettrico ed è così descritto da Toyota: «Il sistema presenta un attuatore e un ingranaggio d’inclinazione montati immediatamente sopra la traversa della sospensione anteriore, collegati da una forcella alle ruote anteriori. Una centralina ECU serve a calcolare l’inclinazione necessaria in base alla rotazione dello sterzo e alle informazioni relative al sensore di posizione e alla velocità del veicolo. Così facendo, il sistema muove automaticamente le ruote in senso verticale e in direzioni opposte, applicando l’inclinazione necessaria da contrapporre alla forza centrifuga che viene a crearsi durante le curve.

Offrendo un raggio minimo di sterzata pari a soli 3,0 metri, il sistema funziona anche in caso di guida su superfici irregolari. In questo caso, l’attuatore va automaticamente a compensare i dislivelli stradali per mantenere il massimo equilibrio del veicolo».

Tradotto in termini di praticità d’uso, vuol dire che l’equilibrio del mezzo non dipende dalla postura dei passeggeri e consente loro di stare chiusi nell’abitacolo godendo della protezione dalle intemperie come del riscaldamento.

Il tutto con i minimi costi di rifornimento di un mezzo elettrico e l’agilità di un maxi scooter: che Toyota ci abbia visto giusto con il suo Personal Mobility Vehicle?

Sul canale Youtube di Toyota Europe trovate il video della presentazione a Ginevra, se volete vedere i-ROAD in azione.

 

[A.L.]

 

6 COMMENTS

  1. […] Oggi Toyota ha portato l’ibrido anche al di fuori della gamma Prius, riscontrando un notevole gradimento per le sue Auris Hybrid e Yaris Hybrid specialmente, almeno nel nostro paese, tra quanti lavorano con la propria auto come ad esempio i tassisti. Oltre all’ibrido, realtà consolidata, si attende ora che Toyota introduca sul mercato alcuni degli interessanti prototipi a zero emissioni mostrati negli ultimi anni nel campo delle auto elettriche a celle a combustibile (vedi la FCV-R) e degli urban commuter elettrici (vedi l’avveniristico i-Road). […]

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here