Share’ngo: anche le aziende protagoniste di una mobilità sostenibile

0
234

Presentata a Milano la scorsa settimana la nuova offerta B2B: minori costi aziendali,
gestione semplificata della mobilità, aumento della reputazione in ottica CSR.

Share’ngo cambia passo

La mobilità nelle grandi città richiede un impegno di tutti, non solo dei singoli utenti, ma anche del mondo Corporate, che contribuisce in modo significativo all’impasse di una cattiva mobilità urbana. E oggi una nuova offerta sta per cambiare il mondo della mobilità aziendale. A beneficiarne saranno tutti, dall’ambiente che diventerà più eco-sostenibile alle aziende che potranno abbattere i costi della mobilità fino agli stessi dipendenti che in modo facile e pratico potranno spostarsi da una parte all’altra della città. Con questo nuovo servizio le aziende non solo potranno scegliere a favore di una mobilità urbana meno inquinante, grazie alla diminuzione dello smog nell’aria resa possibile dalle auto elettriche, ma saranno anche in grado di ottimizzare i costi sugli spostamenti e trasferte dei propri dipendenti. Insomma, attraverso l’utilizzo dei veicoli elettrici Share’ngo, potranno finalmente mettere in atto una vera e propria spending review senza dover tagliare o limitare i servizi di trasporto per i dipendenti. Come? Trasformando i costi di mobilità da fissi in variabili, senza preoccupazioni e complicazioni per il rimborso taxi, noleggi con conducente. “Pay as you go” (pagando direttamente solo quando usi il mezzo). I veicoli, inoltre, possono essere parcheggiati gratuitamente ovunque e muoversi anche nelle aree ZTL senza costi di accesso, come nel caso delle auto private.

Ecco come funziona

Attraverso una piattaforma software i dipendenti autorizzati dall’azienda potranno iscriversi a Share’ngo inserendo il codice di associazione in un’area riservata e ottenendo il codice aziendale. Poi muniti di tessera personale che sarà rilasciata dalla società potranno cominciare a usufruire del servizio. Niente di più semplice.

Per ogni utente si attiverà un profilo d’uso personalizzato a cui l’azienda potrà accedere per gestire, controllare e calcolare i costi degli spostamenti dei propri dipendenti. In altre parole, l’organizzazione potrà in qualsiasi momento controllare le corse di ciascun
dipendente, verificandone data e ora, ma anche luogo di inizio e di fine durata. Sarà dunque semplice tenere sempre sotto controllo i costi e poter analizzare i consumi, valutando in prima persona il risparmio mensile per quanto riguarda, appunto, la mobilità.
Le aziende corresponsabili della salvaguardia dell’ambiente. Per ultimo, ma non meno
importante, l’impatto ambientale. Il 28% delle emissioni di CO2 è originato dai trasporti. Studi approfonditi sull’effetto delle emissioni di anidride carbonica hanno messo in risalto i benefici che il car sharing elettrico potrebbe apportare all’ambiente. Tra benzina, diesel, Gpl, gas naturale, infatti, si introducono nell’aria 569,970529 g/km di CO2 evitabili con l’utilizzo di auto elettriche. Grazie a Share’ngo, ogni azienda potrà alzare la “bandiera” della mobilità urbana sostenibile contribuendo al miglioramento della qualità della vita della città e diminuendo la presenza di CO2 nell’aria. E anche i dipendenti che utilizzano le auto aziendali saranno sensibilizzati attraverso l’indicazione, nella consolle di controllo, del credito ambientale ottenuto dall’azienda (CO2 emissionsaving). Meno incidentalità, meno inquinamento, meno occupazione di spazio pubblico, più effetti positivi per la salute umana. E contemporaneamente tutti i comfort di una city car con prestazioni eccellenti che la rendono unica per spostarsi nei centri urbani.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here